Pubblicato il

La Ztl non piace ai civitavecchiesi

di FABIO MARUCCI

CIVITAVECCHIA – E’ partito oggi il lavoro di sgombero di via Trieste e via Stendhal, per consentire la trasformazione del Centro Storico in una zona a traffico limitato. Già in mattinata gli agenti di Polizia Municipale hanno iniziato a piantonare l’intera area, riferendo ai cittadini e in particolar modo ai residenti della zona, i criteri in base ai quali sarà possibile accedere in auto per le operazioni di carico e scarico merce e in quali orari. Una novità che però alcuni abitanti del centro storico non hanno preso bene e sono addirittura volate parole grosse tra i vigili e un ex Assessore. «Ci sentiamo limitati – hanno commentato ieri mattina alcune delle persone che hanno assistito alla metamorfosi del loro quartiere – è una novità che probabilmente starà bene ai commercianti, ma non a noi. Speriamo almeno che i vigili facciano rispettare in maniera seria i divieti e che la zona a traffico limitato non diventi una prescrizione soltanto per pochi». Ma neppure i commercianti sono sembrati ISOLAparticolarmente entusiasti dell’iniziativa dell’Amministrazione Comunale: «Quando circolano le macchine è ovvio che passa più gente – ha dichiarato qualcuno – e poi per abituare le persone alle novità ci vorrà tempo. Intanto gli affari potrebbero calare». C’è poi chi vede di buon occhio la soluzione adottata dal Pincio e sono per lo più non residenti che però frequentano abitualmente la zona: «Una regola ci voleva – hanno commentato – in ogni Centro Storico che si rispetti, deve essere vietato il transito alle auto».

ULTIME NEWS