Pubblicato il

Ladispoli: gambizzato in pieno centro con cinque colpi di pistola

E' accaduto alle 14,30 nei pressi della stazione ferroviaria. Indagano i carabinieri

E' accaduto alle 14,30 nei pressi della stazione ferroviaria. Indagano i carabinieri

LADISPOLI – Gambizzato in pieno centro con cinque colpi di pistola. É accaduto oggi pomeriggio a Ladispoli. Intorno alle 14,40 – pochi minuti prima che i numerosi pendolari scendessero dal treno proveniente dalla capitale – uno sconosciuto ha sparato otto colpi di pistola contro un napoletano, Andrea Vitigliano di 61 anni, che camminava lungo viale Italia, all’incrocio con piazzale Roma, di fronte alla stazione ferroviaria. Immediatamente sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Ladispoli e quelli del Nucleo operativo e radiomobile di Civitavecchia, che hanno transennato l’area a ridosso della stazione, mentre la polizia municipale deviava il traffico della zona centrale della città balneare. L’uomo, rimasto gravemente ferito alla gamba, è stato subito soccorso da un militare che ha provveduto a stringere la gamba del ferito con una cinghia per fermare l’emorragia. La vittima è stata poi trasportata con l’ambulanza al pronto soccorso di Ladispoli sulla via Aurelia, e LADISPOLIsuccessivamente trasferita in eliambulanza all’ospedale Policlinico Gemelli di Roma dove è stato sottoposto subito ad una operazione chirurgica. Indagini a 360 gradi da parte delle forze dell’ordine. Dalle primissime ricostruzioni sembra che la vittima, residente a Napoli e ospite da qualche giorno di alcuni parenti di Ladispoli, sarebbe stata colpita da un uomo che viaggiava a bordo di un motorino. La descrizione corrisponderebbe a quella di un uomo con il pizzetto, di statura alta e carnagione scura ma che non avrebbe avuto alcun accento straniero. Probabilmente napoletano anche lui. Il malvivente, una volta arrivato di fronte alla vittima, forse ad una distanza di 3-4 metri, si sarebbe tolto il casco per farsi riconoscere e poi avrebbe premuto il grilletto sparando otto volte e centrando per ben cinque volte la gamba di Vitigliano. L’attentatore si sarebbe poi dileguato a folle velocità. Secondo quanto si è potuto apprendere, l’uomo aveva già dei precedenti penali. Sarebbe pregiudicato anche lo stesso Vitigliano che era stato arrestato nel 2003 per rapina. Il fatto sarebbe inquadrato LADISPOLIproprio nell’ambito di un regolamento di conti tra balordi. Tra le ipotesi al vaglio, forse una lite per il bottino di una rapina. Paura tra i presenti che hanno realizzato quanto accaduto soltanto dopo aver visto l’uomo a terra. Molti proprietari dei negozi situati nell’area hanno infatti detto di non aver sentito nulla. Ai carabinieri della Compagnia di Civitavecchia al comando del capitano Izzo fare luce sull’intera vicenda.

ULTIME NEWS