Pubblicato il

«Autovelox via subito»

S. Marinella. Gli esponenti di Fiamma Tricolore incalzano il comando dei vigili urbani  Pedrini: «Inoltreremo un’interpellanza-denuncia al parlamento europeo»

S. Marinella. Gli esponenti di Fiamma Tricolore incalzano il comando dei vigili urbani  Pedrini: «Inoltreremo un’interpellanza-denuncia al parlamento europeo»

S. MARINELLA – «Non possiamo non rimanere sconcertati». Inizia così la dichiarazione di Gabriele Pedrini, il coordinatore provinciale della Fiamma Tricolore a seguito delle dichiarazioni del comando dei vigili urbani. Il comando ha infatti definito strumentale la denuncia della Fiamma Tricolore apparsa recentemente sulla stampa, in cui si sosteneva l’illegalità dell’autovelox posto sull’Aurelia, adducendo a sostegno alcune sentenze del giudice di pace, che avrebbe accolto i ricorsi delle contravvenzioni dei multati. «Fare gli interessi dei cittadini dicendo quali sono i loro diritti, significa strumentalizzare qualcosa?», chiede provocatoriamente Pedrini, che si dice incredulo in merito all’autenticità delle dichiarazioni che lo riguardano. «Non sono certo i vigili urbani che decidono di collocare o appaltare o andare a trattative con privati installatori di apparecchi di misurazione di velocità». «Apprendiamo con piacere – prosegue il segretario federale del partito – che alcuni cittadini hanno costituito o stanno costituendo dei comitati contro questo autovelox, peccato che tutto questo è nato soltanto dopo le denunce della Fiamma Tricolore. Inoltre il problema non è soltanto il farsi rimborsare una multa emessa da uno strumento fuorilegge, ma la logica è quella di rimborsare tutti i cittadini che sono incorsi a tale infamia». «Questo rimborso – spiega Pedrini – non dovrà certo essere rifuso con i soldi del Comune di Santa Marinella, ma con quelli di coloro che stanno abusando e ancora abusano di questa situazione a dir poco penosa». «Non solo cittadini italiani sono incorsi a questo scempio, ma tanti nostri cittadini comunitari – spiega Pedrini – per questo tramite il nostro deputato europeo Luca Romagnoli inoltreremo una interpellanza-denuncia al Parlamento Europeo». Intanto, conclude la Fiamma, «via l’autovelox subito».
Al. D’Al.

ULTIME NEWS