Pubblicato il

«Che sia il Tribunale a depositare le bobine»

Processo per usura: gli avvocati di Silvio e Gianluca Branco ottengono un rinvio al venti gennaio

Processo per usura: gli avvocati di Silvio e Gianluca Branco ottengono un rinvio al venti gennaio

CIVITAVECCHIA – Rinviato al 20 gennaio il processo per usura a carico di Silvio e Gianluca Branco, imputati dal pubblico ministero De Gregorio con l’accusa di aver partecipato alla riscossione di alcuni emolumenti insieme al padre dei due pugili, Vincenzo, già condannato in primo grado. Per i fratelli invece il procedimento imboccò un percorso diverso, con il Pm che ipotizzò una corresponsabilità nei loro confronti. Ipotesi rigettata fin da subito dalla difesa costituita dagli avvocati Pier Salvatore Maruccio (foto) e Stefano Bonifazi e dagli stessi imputati interrogati dal Gip il 9 luglio 2002. Durante l’udienza di oggi il sostituto procuratore ha depositato le trascrizioni contenute nel verbale descrittivo, senza però allegare le bobine delle interrogatori eseguite durante le indagini. Richiesta legittima quindi quella di aggiungere il tassello mancante, alla quale la difesa non si è opposta, chiedendo però, considerato il contraddittorio delle parti in fase dibattimentale, che fosse il Tribunale stesso a provvedere. Il perito infatti è stato subito nominato e fra 85 giorni si arriverà all’espletamento della prova. «Siamo fiduciosi sull’esito- ha dichiarato Maruccio – in ragione delle risultanze acquisite che non confermano, al momento, le ipotesi accusatorie».

ULTIME NEWS