Pubblicato il

«Da qui non ci muoveremo»

Protesta dei residenti delle ex casermette dopo la notizia della delibera di giunta che abrogherebbe l’accordo con l’ItalcementiGli abitanti di via della Polveriera chiedono un consiglio comunale aperto e minacciano la linea dura contro la posizione del PincioIl sindaco Moscherini rassicura i cittadini: «Il nuovo acquirente garantirà l’occupazione e gli alloggi, questo allarmismo è ingiustificato»

Protesta dei residenti delle ex casermette dopo la notizia della delibera di giunta che abrogherebbe l’accordo con l’ItalcementiGli abitanti di via della Polveriera chiedono un consiglio comunale aperto e minacciano la linea dura contro la posizione del PincioIl sindaco Moscherini rassicura i cittadini: «Il nuovo acquirente garantirà l’occupazione e gli alloggi, questo allarmismo è ingiustificato»

CIVITAVECCHIA – «Da qui non ci muoveremo, viviamo in queste case da anni e il Comune ci aveva garantito che ci saremmo rimasti». Questa la protesta portata avanti ieri mattina da alcuni residenti di via della Polveriera uniti in un comitato, dopo le dichiarazioni dell’opposizione che nei giorni scorsi ha portato alla luce una delibera di giunta di agosto con la quale l’Amministrazione Moscherini avrebbe estinto i contenuti del vecchio protocollo siglato dall’Italcementi e dall’allora sindaco De Sio, che concedeva la possibilità ai residenti di PROTESTArimanere negli alloggi di proprietà della Spa. «A questo punto chiediamo un consiglio comunale aperto – tuonano gli abitanti delle ex casermette – queste case erano delle stalle e abbiamo provveduto a metterle a norma. Paghiamo circa 300 euro al mese di affitto – fanno sapere – e abbiamo il diritto di sapere come stanno realmente le cose». Una situazione sulla quale è intervenuto il sindaco Gianni Moscherini: «L’opposizione sta creando un allarmismo inesistente – commenta il primo cittadino – con l’ausilio dei sindacati – prosegue – ho garantito che avrei vincolato il nuovo acquirente alla salvaguardia dei posti di lavoro e dei cittadini che risiedono nelle ex casermette e così sarà. Ho intenzione – aggiunge – di promuovere PROTESTApresto un’assemblea pubblica». Comune e cittadini a quanto pare sullo stesso binario, seppure Moscherini riferisce di un’attività di monitoraggio della situazione, già in atto. «Ritengo prematuro ogni tipo di discorso – conclude il Sindaco – gli effetti del nuovo accordo si avranno tra circa un anno».

ULTIME NEWS