Pubblicato il

«Nel Pd ci sono metodi inaccettabili»

Mauro Guerrini interviene sulle polemiche legate alla delega di Magliani in Comitato portuale Il consigliere comunale contesta le scelte fatte a Roma senza coinvolgere il circolo locale e ricorda l’esperienza di Rita Stella alla Provincia «Il ruolo del segretario è stato delegittimato da un modo di fare verticistico che inoltre snatura il principio fondatore del partito stesso»

Mauro Guerrini interviene sulle polemiche legate alla delega di Magliani in Comitato portuale Il consigliere comunale contesta le scelte fatte a Roma senza coinvolgere il circolo locale e ricorda l’esperienza di Rita Stella alla Provincia «Il ruolo del segretario è stato delegittimato da un modo di fare verticistico che inoltre snatura il principio fondatore del partito stesso»

CIVITAVECCHIA –  Non si placano le polemiche all’interno del Partito democratico, dopo le bacchettate di Flavio Magliani al coordinatore dimissionario, Clemente Longarini, a cui non è andata giù la delega del presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, assegnata al medico quale rappresentante di Palazzo Valentini all’interno del Comitato portuale. Magliani a sua volta ha replicato, facendo notare che Longarini non assunse lo stesso atteggiamento di fronte alla nomina di Paola Rita Stella ad assessore provinciale, nonostante anche questo incarico fosse piovuto dall’altro, senza una consultazione all’interno degli organismi locali. ‘‘No comment’’ da parte della Stella, che si è limitata a riferire: «Questo modo di fare politica non mi appartiene». Chi invece ha dimostrato di avere le idee chiare all’interno del Partito democratico è Mauro Guerrini: «Non possiamo non tenere conto che le scelte importanti vengo fatte a Roma anche se coinvolgono direttamente Civitavecchia – ha affermato il consigliere comunale – tutto avviene all’insaputa del circolo locale». Guerrini ritiene inaccettabile questo metodo: «Così – ha dichiarato l’esponente del Partito democratico – viene meno il ruolo del circolo locale, mentre il segretario Longarini è stato delegittimato dai fatti». Una considerazione su quanto avvenuto in occasione della nomina di Paola Rita Stella ad assessore provinciale, aspetto che già nei mesi scorsi vide Guerrini in contrasto con i vertici romani del partito: «La prima volta poteva essere casuale poiché il Pd era appena nato. Adesso – ha proseguito – questo metodo è diventato inaccettabile e sottolinea un costume verticistico che snatura il principio fondatore dello stesso Partito democratico».

ULTIME NEWS