Pubblicato il

«Per sfiduciare Moscherini le nostre firme ci sarebbero»

I consiglieri d’opposizione replicano a Pietro Tidei che li ritiene poco intenzionati a spingere sull’acceleratore

I consiglieri d’opposizione replicano a Pietro Tidei che li ritiene poco intenzionati a spingere sull’acceleratore

OPPOSIZIONECIVITAVECCHIA – L’opposizione interviene sull’ipotesi di sfiducia dell’Amministrazione Moscherini, rispondendo a Pietro Tidei che sostiene che la minoranza non sarebbe disponibile a firmare. «Non ci piace raccogliere le voci che circolano, le notizie lanciate senza alcuna prudenza né verifica, alimentare il clima già troppo diffuso provocato dalle parole in libertà – si legge in una nota firmata dai consiglieri – ma quando si manifesta un eccesso di insistenza, quando si diffondono nella città, o in alcuni ambienti, notizie insinuanti che possono anche gettare ombre sui comportamenti dei consiglieri di opposizione, allora è necessario che qualche precisazione si faccia, per evitare che il silenzio possa apparire una sorta di accondiscendenza o di conferma».
Così la minoranza ha rigettato l’accusa di non avere molta voglia di spingere il piede sull’acceleratore: «Recentemente abbiamo sentito da un esponente politico questo teorema – hanno fatto sapere i consiglieri comunali d’opposizione – accompagnato da una sorta di rivendicazione di paternità sulle firme disponibili nella maggioranza».
Da qui l’intervento duro dell’opposizione: «Se ci sono le firme di consiglieri di maggioranza stanchi di assistere impotenti al degrado a cui la città viene condotta da una ristrettissima oligarchia stretta intorno al Sindaco – affermano – non mancheranno certo quelle dei consiglieri di opposizione. Ma se non ci sono – prosegue la nota – se sono soltanto funzionali ad accreditare qualche inutile ed inconsistente protagonismo, non sarebbe meglio tacere ed esprimere invece la propria solidarietà a chi con tenacia sta combattendo sul fronte la battaglia quotidiana per difendere questa città da questa barbarie?». Nella nota la minoranza non parla mai del deputato del Pd, seppure i riferimenti appaiono abbastanza chiari.

ULTIME NEWS