Pubblicato il

«Quella convenzione non è stata mai portata in consiglio comunale. Ricorremmo al Tar»

Il centrodestra smentisce il primo cittadino

Il centrodestra smentisce il primo cittadino

TARQUINIA – Il centrodestra rispedisce al mittente tutte le accuse. «Nel corso della conferenza dei servizi cui fa riferimento il sindaco, che si svolse a Roma nel 2002, l’allora sottosegretario del ministro dell’Industria in carica, distribuì ai rappresentanti dei comuni interessati, che peraltro firmarono solo la presenza com’è prassi fare in qualsiasi riunione, copie della bozza di un’eventuale convenzione da stipulare con l’Enel.
Bozza di convenzione che l’amministrazione Giulivi non si è mai sognata, come è stato, di portare all’approvazione del consiglio comunale di Tarquinia. Anzi fu proprio lo stesso comune che, insieme con quelli di Tolfa, Allumiere e Santa Marinella, presentò ricorso al Tribunale amministrativo del Lazio in relazione alla convenzione stipulata con l’Enel e da quanto fu preceduta». «Che L’amministrazione Giulivi fosse contraria a qualsiasi trattativa con l’Enel – prosegue il Pdl – lo dimostra anche il rifiuto di un contributo a favore dell’Università». Affondo finale al primo cittadino: «Quello che invece oggi non si sa è quale sia la posizione reale del sindaco Mazzola, al di là dei suoi pronunciamenti: ovvero se oggi sia o no favorevole al carbone e all’avviamento della centrale Tvn di Civitavecchia, se abbia intrapreso trattative per contributi compensativi o quanto altro con l’Enel, se abbia firmato o no convenzioni od accordi preliminari, se parteciperà alla manifestazione di protesta organizzata dal comitato alla quale anche l’Università Agraria ha dato la sua adesione. Mazzola si preoccupa solo di andare a rispolverare, per fini di carattere politico, un documento che alla fine dimostra soltanto che la precedente amministrazione non ha mai voluto tessere accordi sopra la testa dei cittadini».

ULTIME NEWS