Pubblicato il

«Vergognose le parole di Antoniozzi»

I consiglieri e gli assessori di Forza Italia attaccano il coordinatore provinciale all’indomani delle dichiarazioni fatte alla presentazione di Freedom

I consiglieri e gli assessori di Forza Italia attaccano il coordinatore provinciale all’indomani delle dichiarazioni fatte alla presentazione di Freedom

CIVITAVECCHIA – «Gli attuali assetti della giunta, del gruppo e la conferma dell’adesione alla maggioranza non sono affatto stati frutto di golpe locali inesistenti, ma di decisioni presi a giugno dal coordinatore regionale Francesco Giro». Così gli assessori e i consiglieri comunali di Forza Italia intervengono sulla questione Freedom e sulle dichiarazioni rese nell’occasione dai vertici romani del partito Pallone e Antoniozzi. «Giro affermò che Fi sta in maggioranza e ci sta bene – aggiungono De Marco, Fanciulli, Roscioni, Sbrozzi e Pallassini – si guardi alle proprie responsabilità politiche anziché scaricare facilmente il barile sul piano locale». Condannano le dichiarazioni di Antoniozzi ma soprattutto di Pallone: «Se la volontà regionale è cambiata – affermano i cinque – buon gusto e correttezza politica vorrebbe che se ne discutesse anzitutto con i rappresentanti di Fi nell’Amministrazione, gli unici dotati di vera rappresentanza, per evitare un danno di immagine al partito». Bacchettate all’ex assessore azzurro: «I cambiamenti di rotta rispetto ad un’alleanza benedetta dagli elettori – si legge in una nota – dovrebbero essere dettati da motivazioni serie e non, come emerge dal comunicato di De Sio, da contrapposizioni personali da mero spirito vendicativo». Le critiche al coordinatore proseguono: «Dal suo insediamento nello scorso dicembre, non ha mai riunito il direttivo, forse perché consapevole di essere in schiacciante minoranza – dichiarano gli amministratori di Forza Italia – mettendosi addirittura all’opposizione senza confrontarsi con nessuno». Ad Antoniozzi, che parlò di una politica ammazzata in città per privilegiare «saldature di carattere umano, economico o di altro genere», un rimprovero unanime: «Sono dichiarazioni che rendono disonore e vergogna a chi le ha rese, degne di una querela se non avessimo cose più importanti da fare». I cinque azzurri concludono ribadendo il pieno sostegno all’Amministrazione Moscherini».

 

Questo il testo integrale del comunicato:

 

Non avremmo voluto intervenire sull’associazione “Freedom” non ritenendo la questione di particolare rilevanza politica, anche in ragione della esigua partecipazione alla riunione della stessa di sabato, ma dopo il comunicato inviato da De Sio alla stampa contenente affermazioni a dir poco risibili, il gruppo consiliare e gli assessori di Forza Italia intervengono per delle opportune precisazioni. Anzitutto rammentiamo che gli attuali assetti della giunta e del gruppo e la conferma dell’adesione alla maggioranza non sono affatto stati frutto di “golpe” locali o di inesistenti correnti, ma – come a tutti è noto – sono stati decisi a giugno dal Coordinatore Regionale di Forza Italia all’epoca in carica On. Giro, il quale nell’avocare a sé tutta la responsabilità del partito esautorando così ufficialmente il Coordinatore Comunale De Sio dalla sua funzione, ha ribadito, nel silenzio del Coordinatore Provinciale Antoniozzi, che “Forza Italia sta in maggioranza e ci sta bene”, avallando i nuovi assetti istituzionali e respingendo ogni critica all’Amministrazione Moscherini , esprimendo con ciò pubblicamente la posizione ufficiale del partito. Quindi anzitutto si indirizzino esattamente gli strali e si guardi alle proprie responsabilità politiche, anziché scaricare facilmente il barile sul piano locale. Se ora la volontà del Regionale fosse cambiata, buon gusto e correttezza politica vorrebbero che se ne discutesse (e siamo certi che l’On. Pallone vorrà farlo) anzitutto con i rappresentanti di FI nell’Amministrazione, gli unici dotati di vera rappresentanza in quanto eletti dal popolo (a differenza di chi non si è presentato al vaglio elettorale) e non che si esternasse in libertà in altre sedi senza un preventivo confronto, essendo inevitabile altrimenti il grave danno di immagine per il partito. Ma in ogni caso, eventuali “cambiamenti di rotta” rispetto ad un’alleanza benedetta dagli elettori dovrebbero sempre essere dettati da motivazioni vere, reali, serie, e non (come invece emerge dal comunicato di De Sio) da sterili contrapposizioni personali o da mero spirito vendicativo che la nostra gente non capisce, e che tra l’altro – è bene si sappia – vengono criticate anche dai nostri alleati di sempre, in primis An. Tra l’altro il ruolo di Coordinatore comunale non è una “stelletta” di cui fregiarsi, ma una funzione che andrebbe esercitata, mentre dal suo insediamento nello scorso dicembre (probabilmente è un record) De Sio non ha mai riunito il Direttivo (anzi risulta che non abbia neppure mai comunicato a Roma i membri….), forse perchè consapevole di essere in schiacciante minoranza all’interno dello stesso! Anzi addirittura egli, come si ricorderà, con una iniziativa personale si è “messo all’opposizione” da solo senza confrontarsi con nessuno….. Quanto alle dichiarazioni attribuite ad Antoniozzi su presunte “saldature di carattere umano, economico o di altro genere”, tali affermazioni rendono solo disonore e vergogna a chi le ha rese (se veramente l’ha fatto, e conoscendo Alfredo ne dubitiamo) e le fa apparire semplicemente degne di una querela, oltre che del nostro sdegno personale, se non avessimo cose più importanti da fare. E comunque sin da ora i Consiglieri Comunali e gli Assessori di FI, gli unici rappresentanti del partito che quotidianamente lavorano per la cosa pubblica lungi dal portare il cervello all’ammasso o a subire immotivate imposizioni ribadiscono, nel loro assetto, il pieno e totale sostegno all’Amministrazione Moscherini, peraltro mai stato in discussione, fino alla fine della legislatura, anche per rispetto del voto degli elettori verso i quali abbiamo responsabilità e dei quali dobbiamo avere rispetto, travalicando logiche personalistiche che la gente non comprende, ed in vista della prossima istituzione del PdL (nel quale, come sempre, conteranno i numeri) che supererà le logiche degli attuali partiti rendendo sostanzialmente sterile tutta la presente “querelle”.

 

I CONSIGLIERI COMUNALI DI F.I.

LEONARDO ROSCIONI
RICCARDO SBROZZI
PIER PAOLO PALLASSINI

 

GLI ASSESSORI DI F.I.

ALDO DE MARCO
FULVIA FANCIULLI

ULTIME NEWS