Pubblicato il

Lesioni personali e furto: arrestati tre stranieri

LADISPOLI – L’attività di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati di maggior allarme sociale da parte della compagnia carabinieri di Civitavecchia ha portato la scorsa notte all’arresto di tre cittadini stranieri a Ladispoli. Il primo arrestato è un senegalese 35enne, S.A.M. responsabile del reato di lesioni aggravate nei confronti di un suo connazionale. Nella circostanza S.A.M., prima che i militari della locale stazione carabinieri lo arrestassero, durante una lite scaturita per futili motivi, ha aggredito il connazionale con un coltello a serramanico dotato di lama di 12 cm ferendolo ad una mano. Solo l’intervento dei militari che pattugliavano il centro e che immediatamente provvedevano a bloccare il senegalese, ha evitato che la lite avesse conseguenze peggiori. Gli altri due stranieri arrestati sono, invece, due polacchi poco più che ventenni, K.A. e K.M., fermati per un controllo alle prime luci dell’alba da un’altra pattuglia dei carabinieri di Ladispoli. I due giovani a bordo di una Ford Escort di loro proprietà trasportavano tre grosse taniche di gasolio dal contenuto complessivo di circa 500 litri, risultate, da un immediato controllo svolto dai militari operanti, rubate dal deposito di un cantiere edile di Santa Marinella e appartenente ad un imprenditore civitavecchiese. Per tutti e tre i soggetti si sono aperte le porte del carcere di Borgata Aurelia con l’accusa per il primo di lesioni personali aggravate e per gli altri due di furto aggravato.

ULTIME NEWS