Pubblicato il

L'Udc apre ai valori centristi

CIVITAVECCHIA – Aperta ufficialmente la campagna elettorale dell’Udc. Il via ai lavori lo ha dato il vicesindaco Gino Vinaccia, alla presenza dell’aspirante presidente della Provincia di Roma, Armando Dionisi e della candidata alle provinciali per il Collegio 19, Damiria Delmirani. Messaggi chiari quelli di Vinaccia, che ha voluto subito salutare i rappresentanti del partito provenienti dai comuni del comprensorio: «Tutti abbiamo capito che in queste elezioni l’Udc gioca la partita più importante dalla sua costituzione – ha affermato – scendiamo in campo da soli, contrastando chi vorrebbe sostituire e cancellare i nostri valori e la nostra cultura». Critiche poi alla politica delle promesse e dei messaggi ingannevoli: «Da questa fase – ha aggiunto Vinaccia – deve uscire un segnale forte, un risultato che consentirà alla coalizione cittadina alla quale apparteniamo, di giudicarci per ciò che realmente siamo». Da qui una nuova considerazione politica legata al quadro amministrativo locale: «Siamo una coalizione impegnata nella guida della città – ha riferito – alcune cose funzionano ma vanno migliorate, altre non funzionano e vanno messe in moto. Tuttavia gli equilibri interni, dopo le elezioni sono destinati a cambiare». Damiria Delmirani, dopo i ringraziamenti del segretario dell’Udc di Civitavecchia Pietro Messina, ha ribadito i suoi impegni: «Bene ha fatto Casini ad uscire dal contesto angusto del Pdl – ha dichiarato – sono fiduciosa e so che l’elettorato ci premierà». Poi accenni riguardanti il programma: «Puntiamo essenzialmente alla semplificazione dei servizi erogati dagli enti pubblici – ha fatto sapere – occorre rivedere le competenze specifiche di Regione e Provincia». Ha chiuso i lavori il candidato alla presidenza della Provincia di Roma, Armando Dionisi, già noto in città per aver svolto il ruolo di commissario della Dc ne 1991: «La politica bipolare ha fallito, ora occorre spiegare bene agli elettori che ci presentiamo da soli per interpretare un sentimento diffuso: la voglia di rilancio dell’identità centrista».

ULTIME NEWS