Pubblicato il

L'ultimo saluto a don Antonio Pascucci

DONCIVITAVECCHIA – «Abbiamo perso un grande uomo e un grande sacerdote, nonché un eccellente studioso e un promotore della cultura». E’ con queste parole che questo pomeriggio a Tolfa una miriade di persone hanno salutato il caro don Antonio Pascucci, deceduto martedì al Policlinico Gemelli di Roma. Dalle 12 a Tolfa è stata allestita la camera ardente e una folla impressionante si è alternata per salutare il prete che ha lasciato in punta di piedi questo mondo. Alle 15, poi, nel suo amato santuario ‘‘Madonna della Sughera’’, di cui da anni era rettore, il vescovo Carlo Cheinis e circa 30 sacerdoti della diocesi hanno celebrato il funerale. Il presule ha tenuto un’elegia di don Antonio ricordando in particolare che nel loro ultimo incontro in ospedale, questi gli aveva raccomandato di curare il più possibile la pastorale giovanile. Toccante è stato il ricordo del fratello, delle sorelle e dei nipoti. «Non possiamo che piangere per la scomparsa di questa persona eccezionale che tanto ha fatto per Civitavecchia e per Tolfa – ha sottolineato nel suo intervento l’assessore Valerio Finori in rappresentanza della Giunta tolfetana – si è sempre speso al servizio della gente e ha promosso la cultura tenendo vive le nostre tradizioni». L’estremo saluto durante la cerimonia è stato dato anche dal parroco del pasesino, don Antonio Demeterca. Molti i presenti saliti in collina per quest’ultimo saluto, fra questi tantissimi amici ed ex alunni di don Pascucci. «Il suo ricordo resterà indelebile – hanno sottolineato i presenti – perchè ha seminato tanto spendendosi fino alla fine». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS