Pubblicato il

Manca un verbale, l'udienza si rinvia

‘‘Operazione Nerone’’, oggi le prime battute del processo di fronte al gup La Viola. Si riprende lunedì. Stefano Branco e Luigi Piscopo, invece, davanti al giudice il 26 maggio

‘‘Operazione Nerone’’, oggi le prime battute del processo di fronte al gup La Viola. Si riprende lunedì. Stefano Branco e Luigi Piscopo, invece, davanti al giudice il 26 maggio

CIVITAVECCHIA – E’ iniziato con l’udienza preliminare il processo penale a carico dei 23 arrestati nel corso della cosiddetta “Operazione Nerone”, condotta dai carabinieri la scorsa estate, coordinati dal Pm Giovanni Di Leo della Direzione Distrettuale Antimafia e dal Pm della Procura di Civitavecchia Edmondo De Gregorio, che ha portato a sgominare, a detta degli inquirenti, una vera e propria cellula camorristica radicata nel territorio. Un’udienza, quella di oggi a Roma, meramente tecnica nella quale sono state discusse alcune questioni preliminari che necessitavano di un’attenzione particolare prima di procedere con eventuali riti alternativi. In particolare, un difetto di notifica al legale dell’accusato Luigi Piscopo ha costretto il Gup Renato La Viola a rinviare il processo al 26 maggio prossimo. Stessa sorte per Stefano Branco, per il legittimo impedimento a comparire del suo legale. Per tutti gli altri l’udienza preliminare è stata rinviata al 12 maggio prossimo. Anche per loro il rinvio è stata motivato da una eccezione presentata dagli avvocati difensori, relativa alla mancanza negli atti del verbale di interrogatorio reso da Stefano Branco, con impossibilità per i difensori stessi di prenderne visione e conoscerne il contenuto, violando così il diritto di difesa.

ULTIME NEWS