Pubblicato il

Massimo Ranieri conquista il Traiano

Straordinaria performance del cantante napoletano che sabato e domenica ha incantato il numeroso pubblico del teatro comunale. Proposti i brani più famosi del suo repertorio oltre alle canzoni di artisti del calibro di Mia Martini e Franco Battiato. In apertura un saluto alla città e il ringraziamento a Pino Quartullo: «Ha offerto un cartellone meraviglioso»

Straordinaria performance del cantante napoletano che sabato e domenica ha incantato il numeroso pubblico del teatro comunale. Proposti i brani più famosi del suo repertorio oltre alle canzoni di artisti del calibro di Mia Martini e Franco Battiato. In apertura un saluto alla città e il ringraziamento a Pino Quartullo: «Ha offerto un cartellone meraviglioso»

MASSIMOCIVITAVECCHIA – Una performance meravigliosa quella di Massimo Ranieri al teatro Traiano. Interminabili minuti di applausi scroscianti per uno spettacolo offerto a tutti quei fans che hanno atteso giorni e sopportato file lunghissime per ottenere un biglietto che consentisse di assistere allo show del cinquantasettenne cantante napoletano. Un tutto esaurito quello di sabato e domenica, che ovviamente ha messo Ranieri nelle condizioni di dare il meglio di se agli spettatori. Prima però un saluto a Civitavecchia, alla quale l’artista si è detto legato da tempo immemorabile, avendo in passato partecipato a feste e esibizioni organizzate, quindi un ringraziamento a Pino Quartullo, amico di vecchia data, descritto da Massimo Ranieri come un MASSIMOprofessionista preparato, capace di realizzare un cartellone ineccepibile. Poi la musica, la vera espressione di Giovanni Calone, che ha riproposto i suoi migliori successi affiancati alle canzoni di altri grandi artisti come Mia Martini e Franco Battiato. Ballerine e musicisti ad accompagnare l’ormai famosissima “Rumba de’Scugnizzi” e Luna Rossa, mentre Ranieri si preparava ad un ballo di tip tap insieme a Lele D’Angelo. Entusiasmo a grandi dosi, ma anche commozione quando il cantante ha ripercorso i suoi quarant’anni di musica, partendo dalle umili origini fino ad arrivare all’America, per lui sinonimo di successo. Non è MASSIMOmancata la recitazione e veri momenti di ilarità: Massimo Ranieri si è esibito in un fuoriprogramma inedito, con una sequenza di piegamenti addominali che hanno fatto letteralmente impazzire i presenti. Colori ed effetti particolarissimi hanno fatto da cornice allo spettacolo, curati dettagliatamente da Franco Miseria.

ULTIME NEWS