Pubblicato il

Mercato, bloccati i cantieri

Cerveteri. Stop ai lavori nell’area tra via Borsellino e via Pertini Mugnai: «La zona non è di proprietà comunale ed è destinata a verde pubblico»

Cerveteri. Stop ai lavori nell’area tra via Borsellino e via Pertini Mugnai: «La zona non è di proprietà comunale ed è destinata a verde pubblico»

di STEFANIA VIGNAROLI

 

CERVETERI- Bloccati i lavori nell’area individuata per ospitare il mercato rionale della cittadina etrusca tra via Borsellino e via Sandro Pertini. La lista civica ‘‘Sviluppo per Cerveteri’’ solleva un vespaio di polemiche in quanto la zona prescelta non è di proprietà comunale e per lo più destinata a verde pubblico. «Il Comune- afferma Claudio Mugnai, dirigente del movimento – desidera realizzare il mercato su aree non proprie, così come è accaduto anni fa con l’amministrazione Brazzini. Nel caso in esame la situazione risulta ancora più grave, sul terreno esiste infatti un fosso tombato passante al centro dell’area che potrebbe presentare dei vincoli idrogeologici. Se come ci auguriamo i lavori non riprenderanno, la penale per l’appalto saltato alla ditta graverà solo e come sempre sulla cittadinanza». L’amministrazione Ciogli fa il punto sulla situazione: «L’atto per la realizzazione della zona commerciale sulla suddetta area è stato approvato precedentemente, a cavallo dell’amministrazione Brazzini e del seguente commissariato – precisa Matteo Luchetti assessore all’agricoltura, alle attività produttive e ai mercati, – Stiamo facendo il possibile per risolvere una situazione non creata da noi, ma che ci siamo ritrovati a dover gestire. Il terreno in questione è solo virtualmente di proprietà comunale, in quanto il Comune non possiede l’atto di acquisizione delle particelle comprese nell’area individuata, come previsto dalla convenzione tra i lottizzatori e l’ente pubblico. Siamo i primi a chiederci perchè e a volerci vedere chiaro. Continuiamo a lavorare in sinergia con tutti gli uffici preposti, per una soluzione che vada incontro ai bisogni della cittadinanza e dei commercianti che ogni venerdì popolano il mercato». Secondo i tecnici il fosso tombato non rappresenta un problema per la realizzazione dell’opera. «Purtroppo gran parte della realtà urbanizzata del paese formalmente non appartiene al Comune – dice il vicesindaco Pascucci- a causa di atti di acquisizione mai completati.Ci stiamo impegnando a risolvere la situazione nell’interesse della comunità».

ULTIME NEWS