Pubblicato il

Minacciate le cassiere con un cacciavite

S. Marinella. Stamattina poco dopo mezzoggiorno un giovane si è introdotto nel supermercato Todis e si è fatto consegnare il denaro Bottino di circa 1800 euro, poco dopo recuperato dai carabinieri prontamente intervenuti sul posto dopo l’allarme dei titolari del negozio Il ragazzo, G.D. 23 enne romano, dopo aver agito a volto scoperto è fuggito a piedi. È stato rinchiuso presso il carcere di Borgata Aurelia

S. Marinella. Stamattina poco dopo mezzoggiorno un giovane si è introdotto nel supermercato Todis e si è fatto consegnare il denaro Bottino di circa 1800 euro, poco dopo recuperato dai carabinieri prontamente intervenuti sul posto dopo l’allarme dei titolari del negozio Il ragazzo, G.D. 23 enne romano, dopo aver agito a volto scoperto è fuggito a piedi. È stato rinchiuso presso il carcere di Borgata Aurelia

CARABINIERIdi ALESSANDRO D’ALESSIO

SANTA MARINELLA – Rapina stamattina al supermercato Todis di Santa Marinella. Una brutta avventura, che per fortuna si è conclusa per il meglio senza conseguenze. Così si potrebbe infatti definire la rapina avvenuta oggi all’interno di un frequentato centro commerciale cittadino. Intorno alle 12.30, G.D. si è recato presso il supermercato Todis, che si trova tra la via Aurelia ad angolo con il centro commerciale Majorca con l’intenzione di svuotare le casse. Minacciando i cassieri con un cacciavite alla mano, il rapinatore si è fatto consegnare tutti i soldi ed ha dunque svaligiato le casse del negozio. Si trattava di un giovanissimo, che ha agito a volto scoperto. Dopo pochi minuti, allontanandosi a piedi, ha fatto perdere le sue tracce portando con sè un bottino di circa 1800 euro. Fortunatamente i titolari del negozio hanno chiamato subito il 112 per denunciare il fatto e poco dopo, una pattuglia dei Carabinieri si è recata sul posto, cercando il rapinatore nelle vie adiacenti al supermercato. Il giovane è stato fermato poco dopo, e condotto presso la stazione di Santa Marinella. I Carabinieri infatti non hanno avuto difficoltà a ritrovarlo, anche per il suo comportamento sospetto e per il fatto che mentre camminava, si guardava spesso alle spalle, come se già percepisse la sua immediata cattura. Fortunatamente non ci sono stati incidenti, che a causa dell’ora di punta e della pericolosità del soggetto, si sarebbero potuti facilmente verificare. Da quanto è emerso nelle prime verifiche il ragazzo, un 23enne romano, si trovava già ai domiciliari con obbligo di soggiorno, ed era venuto a Santa Marinella appositamente per perpetuare questa rapina.
Secondo i carabinieri era già esperto in questo tipo di attività, data la rapidità con la quale ha svolto l’azione criminosa.
Attualmente il giovane pregiudicato si trova nel carcere di Aurelia, in attesa della decisione del gip. La rapida soluzione del caso è avvenuta anche grazie alla campagna di sensibilizzazione portata avanti dalle forze armate della cittadina, che hanno spesso evidenziato l’importanza, in casi del genere, di dare subito l’allarme. Infatti, grazie alla prontezza dei titolari del negozio, il tutto si è risolto senza troppi danni, fortunatamente recando ai cassieri e ai clienti solo un brutto spavento.

ULTIME NEWS