Pubblicato il

Moscherini a Ciani: «Subito il porticciolo alla Frasca»

Inviata una lettera all’Authority in cui il sindaco sollecita a rompere gli indugi. In conferenza anche De Marco e Pierfederici: «E’ il distretto della cantieristica del nostro programma elettorale». Il primo cittadino torna all’antico e illustra i piani di sviluppo e le opere dello scalo: dalla darsena traghetti alla grandi masse

Inviata una lettera all’Authority in cui il sindaco sollecita a rompere gli indugi. In conferenza anche De Marco e Pierfederici: «E’ il distretto della cantieristica del nostro programma elettorale». Il primo cittadino torna all’antico e illustra i piani di sviluppo e le opere dello scalo: dalla darsena traghetti alla grandi masse

CIVITAVECCHIA – «Siamo arrivati ad un punto tale che questa opera debba essere velocemente realizzata». L’ha ripetuto più volte durante il corso della conferenza stampa questa mattina il sindaco Moscherini, riferendosi alla necessità di accorciare i tempi per la realizzazione del porticciolo turistico e di servizio alla Frasca. «Opera che fa parte del programma di governo – puntualizza il primo cittadino, tornando all’antico e parlando di ciò che conosce meglio: il porto, affiancato dall’Assessore alle Grandi opere De Marco e dal delegato al Mare Andrea Pierfederici – che chiamammo distretto della cantieristica». A rendere possibile la realizzazione dell’approdo, secondo Moscherini, i 159 milioni di euro messi a disposizione dal Cipe per la realizzazione della darsena traghetti e la darsena servizi. «L’Autorità portuale – puntualizza il sindaco – sta programmando le opere e le gare d’appalto. Per queste infrastrutture verranno effettuati grandi dragaggi e il materiale residuo potrà essere ricollocato rispetto alle esigenze del piano regolatore portuale. Quei detriti verranno impiegati nelle casse di colmata con cui verranno realizzate le banchine». Mistero ancora sull’impatto e grandezza dell’opera dato che il problema verrà affrontato nel momento in cui la Compagnia Porto (composta da Gruppo Gavio al 60%, Enel 25% e Italpetroli 15%) presenterà il progettodell’opera, prevista come compensazione per la realizzazione della Darsena Grandi Masse. L’idea di un porticciolo concilierà esigenze sia strutturali e sia per rispondere alle esigenze della cantieristica e dei diportisti locali. Ha fretta il sindaco su quest’opera, tanto da inviare una missiva per sollecitare Ciani a rompere gli indugi e aprire rapidamente un confronto sull’ormai imminente esame del progetto da parte dell’assise comunale (testo integrale della lettera di Moscherini a Ciani su www.civonline.it). Il Pincio poi ha già predisposto per lunedì prossimo in comune un incontro tra Authority e Compagnia Porto per stilare la bozza di una sorta di protocollo nella quali si confermino obiettivi, trermini e modalità in maniera concordata. Tutti i diportisti si ritroveranno invece all’Aula Pucci il 4 agosto perchè la società Compagnia Porto illustrerà le caratteristiche del progetto. «Creeremo un comitato ristretto – conclude Moscherini – per garantire l’efficienza dei lavori. Autorità e Comune rivendicheranno rispettivamente un 10% dei posti gratuiti proprio per il carattere di ‘‘bene comune’’ dell’opera».

ULTIME NEWS