Pubblicato il

Moscherini si riprende la Frasca

CIVITAVECCHIA – Incontro nei giorni scorsi presso la Presidenza della Regione Lazio tra il sindaco di Civitavecchia Gianni Moscherini e quello di Tarquinia Mauro Mazzola, per definire le modalità del passaggio delle aree della Frasca ai rispettivi Enti. Nel corso dell’incontro si è raggiunto un accordo di massima circa la tempistica e le modalità dell’operazione, che mira a chiudere l’annosa questione delle competenze sull’area verde costiera a cavallo del confine tra i due Comuni. «Abbiamo convenuto di definire meglio le modalità – spiega il sindaco Moscherini – attraverso un protocollo d’intesa, al quale sarà chiamata a partecipare anche l’Autorità Portuale, dal momento che in un secondo momento ad essa verranno affidate in gestione le aree per la durata necessaria a svolgere i lavori di riqualificazione, previsti dalla prescrizione ambientale per le opere marittime dello scalo». Il primo cittadino, ostentando una certa soddisfazione per l’esito dell’incontro, non ha risparmiato note critiche parlando delle giunte comunali che si sono succceduto negli anni scorsi: «E’ inutile sottolineare – ha proseguito Gianni Moscherini – quanto sia soddisfatto di aver raggiunto questo punto di svolta. L’Amministrazione – ha poi aggiunto – insieme alla Regione Lazio, sta avviando a soluzione PINETAun’altra annosa questione: un’opera strategica per la città che da dieci anni non si è riusciti a sbloccare, a causa degli atteggiamenti delle amministrazioni che si sono fin qui succedute». Le modalità dei passaggi e gli accordi specifici saranno definiti nelle prossime settimane tra i due Comuni, l’Arsial e la Regione Lazio. E’ in programma infatti un incontro decisivo per definire in maniera chiara la questione, seppure il finale appare scontato: Civitavecchia si riappropria della Frasca. 

ULTIME NEWS