Pubblicato il

 Mammografia, appuntamento con la prevenzione

TARQUINIA – Appuntamento con la prevenzione. Dal 3 al 21 giugno sarà possibile per tutte le donne residenti a Tarquinia, di età compresa tra 50 e 69 anni, effettuare gratuitamente la mammografia presso l’unità mobile dell’AUSL, che sarà installata presso Piazza Titta Marini, in pieno centro storico. Aderire all’invito del programma di prevenzione del tumore della mammella significa prendersi cura della propria salute e avere la garanzia di un intero percorso sottoposto a controlli di qualità e completamente gratuito. I programmi di screening della AUSL di Viterbo, coordinati dalla dottoressa Silvia Brezzi, sono attivi e conosciuti ormai da molti anni. Per ciò che concerne quello del tumore della mammella, diretto dalla dottoressa Maria Teresa Strassera, prevede l’invito ad eseguire la mammografia ogni due anni, a tutte le donne tra i 50 e 69 anni. La mammografia è eseguita da tecnici di radiologia specificamente formati e letta da due radiologi accreditati. Nel caso che dalla mammografia emerga qualche sospetto, la donna viene invitata telefonicamente ad eseguire ulteriori accertamenti. Se viene confermata la presenza di un tumore, la donna è presa in carico per essere seguita in tutto il percorso terapeutico e riabilitativo. Le donne della cittadina tirrenica, circa 2000, sono già al terzo passaggio di screening e in quelli precedenti passaggi l’adesione è stata molto buona: nel 2004 hanno partecipato il 64% e nel 2006 il 53%. All’iniziativa collabora anche il comune di Tarquinia, tramite l’assessorato ai servizi sociali. “Il tumore della mammella – afferma l’assessore ai servizi sociali Enrico Leoni – è una malattia che in Italia colpisce ogni anno tantissime donne. E’ importante, quindi, che le esse si sottopongano a questo semplice esame”. Molti studi e decenni di esperienza, infatti, hanno dimostrato che chi si è sottoposto allo screening del tumore della mammella, la mortalità per questa causa diminuisce e i trattamenti chirurgici sono più limitati, oltre che più efficaci, e i risultati a lungo termine sono migliori. “Invito tutte le donne a sottoporsi all’esame. – conclude l’assessore – E in proposito l’assessorato s’impegnerà nelle prossime settimane per sensibilizzare la popolazione femminile tarquiniese. La prevenzione è fondamentale se si vuole contrastare questa malattia”.

ULTIME NEWS