Pubblicato il

Nega il metadone ad un tossico, medico denunciato dalla Polizia

OSPEDALECIVITAVECCHIA – Si è aperta con una serie di denunce la settimana per la Polizia di Stato. Gli uomini del Vice questore Sergio Quarantelli sono intervenuti per sedare una lite scoppiata tra un ex tossicodipendente di trent’anni e un medico di cinquant’anni del Sert. Secondo la denuncia del giovane civitavecchiese, in fase di riabilitazione presso la locale struttura, il dottore si sarebbe rifiutato di dargli il metadone, di norma utilizzato contro le forme di astinenza da stupefacenti, ritenendo che il giovane, in cura al Sert da circa dieci anni, dovesse rivolgersi ad un’altra struttura. Ascoltato il racconto dell’ex tossicodipendente, Il dirigente del commissariato di viale della Vittoria avrebbe deciso di vederci chiaro, ricostruendo la vicenda e analizzando con l’ausilio di personale specializzato la situazione clinica dell’uomo. Conclusi gli accertamenti, i poliziotti hanno denunciato il dottore con l’accusa di interruzione di un servizio di pubblica necessità. Da chiarire i motivi che avrebbero spinto il medico a negare il metadone al ragazzo. Ancora un intervento nella mattinata di lunedì, disposto dal dottor Quarantelli, questa volta dopo diverse segnalazioni arrivate al 113. Alcuni cittadini infatti hanno lamentato la presenza costante presso il parco Antonelli di stranieri che producono quotidianamente degrado, oltre ad infastidire i passanti. Immediato il blitz sul posto con due volanti, che hanno circondato l’intera area per consentire l’identificazione di tutti i presenti all’interno del parco.La polizia ha infatti bloccato nove uomini di origine rumena, in evidente stato di ubriachezza, probabilmente accampati sul posto da diverse settimane. Nessuna resistenza: i romeni sono saliti sulle auto della Polizia di Stato con le quali sono stati poi accompagnati presso gli uffici di viale della Vittoria per accertamenti approfonditi. Dai riscontri fatti dagli agenti, è emerso che due di loro si erano già sottratti a provvedimenti di espulsione giudiziaria a seguito di precedenti condanne penali. Tra gli altri sette invece, alcuni sono risultati avere numerosi precedenti penali per reati commessi sul territorio nazionale. La polizia ha quindi denunciato tutte e nove le persone identificate alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia con l’accusa di molestie e danneggiamento.

ULTIME NEWS