Pubblicato il

Ostetricia invasa dalle zanzare

Le donne in molti casi sono costrette a coprire le culle dei neonati con delle reti per impedire il contatto con gli insetti. Il primario di ginecologia Antonio Carbone: «Abbiamo informato tempestivamente la direzione sanitaria del problema» 

Le donne in molti casi sono costrette a coprire le culle dei neonati con delle reti per impedire il contatto con gli insetti. Il primario di ginecologia Antonio Carbone: «Abbiamo informato tempestivamente la direzione sanitaria del problema» 

CIVITAVECCHIA – Il problema delle zanzare all’ospedale San Paolo, come ogni anno si è ripresentato seppure con ampio anticipo. I pazienti da alcune settimane si vedrebbero costretti a concentrare l’attenzione sulla presenza di fastidiosi insetti, che renderebbero in molti casi la degenza ancora più opprimente. L’invasione delle fastidiose zanzare presso i reparti del nosocomio, è cosa che va ormai avanti da anni e solo di recente l’amministrazione sanitaria avrebbe deciso di mettere mano al problema. Stavolta però i disagi interessano uno dei reparti che richiede maggiore attenzione e cura, quello di ginecologia ed ostetricia. Qui la situazione è in linea con quella del pronto soccorso e di altre corsie: zanzare appiccicate alle pareti e donne che si dividono tra i dolori del parto e le insidie dei culicidi. Il disagio maggiore tuttavia interessa i neonati, con le mamme che in molti casi sono obbligate a coprire le culle con delle reti per impedire il contatto con gli OSPEDALEinsetti. «Non è facile trascorrere la notte qui – ha fatto sapere una signora ricoverata al reparto – non abbiamo neppure le zanzariere alle finestre». Un aspetto sviscerato dal primario di ginecologia ed ostetricia, Antonio Castellano: «Quello delle zanzare è un problema che interessa quasi tutti gli ospedali -ha riferito – tuttavia abbiamo provveduto a segnalare questo aspetto alla direzione sanitaria, che presto darà delle risposte». Intanto si è appreso che l’Azienda Sanitaria avrebbe già deciso di affiancare ad una attività di disinfestazione, il posizionamento delle zanzariere, partendo proprio dal pronto soccorso. Ci si chiede però se, vista la presenza di bambini appena nati, il secondo reparto da salvaguardare subito, non sia quello di ostetricia.

ULTIME NEWS