Pubblicato il

Pd: "No al megaprogetto della Frasca"

CIVITAVECCHIA – Mentre si riaffaccia la possibilità di una nuova ondata di inquinamento per via della presenza da alcuni giorni di una schiuma gelatinosa di sconosciuta provenienza, il Pd di Civitavecchia interviene sul futuro dell’intero tratto costiero de La Frasca. «Per le sue valenze naturalistiche e storiche – si legge in una nota – deve essere salvaguardata e valorizzata così da farne un punto di forte rilancio per la qualità della vita dei cittadini e per le loro attività di tempo libero. La Frasca è l’ultimo lembo di costa a Nord della città rimasto libero. Pertanto deve essere difeso da qualsiasi tentazione di ulteriore oltraggio e diventare luogo di tranquilla fruizione per quanti lo desiderano». Per il Pd quindi quel piccolo polmone verde a ridosso della centrale e del futuro porto in espansione va tutelato; così come più volte i veltroniani hanno ribadito la loro contrarietà al «megaprogetto presentato dal Sindaco – scrivono – che con i 950 posti barca previsti, rappresenterebbe una devastazione inammissibile in un sito da salvaguardare».
Dal partito ribadiscono inoltre che il finanziamento per la realizzazione delle opere di valorizzazione della Frasca e dell’approdo, deve essere compreso nei fondi di compensazione dovuti alla città per lo sviluppo del Porto e per le opere previste per la conversione a carbone dalla Centrale Enel.
Mentre si dichiarano contrari come in passato per la costruzione del Terminal Cina dal Pd propongono soluzioni alternative al problema del diportismo locale.
«La Lega Navale – concludono – opportunamente sistemata, può ospitare le barche attualmente dislocate lungo l’area su cui sono previsti urgenti, importanti e non rinviabili lavori portuali per la realizzazione della nuova darsena.Rivolgiamo l’invito al Presidente dell’Autorità Portuale, On. Fabio Ciani, perché sia ricavato all’interno del nuovo progetto per l’utilizzo del porto storico uno spazio da destinare al diportismo locale, così come avviene in altri porti d’Europa».
Mat. Mar.

ULTIME NEWS