Pubblicato il

Persone invalide recluse in casa

In via Don Milani

In via Don Milani

CIVITAVECCHIA – Mi trovo ancora una volta a scrivere alla vostra redazione, per poter risolvere dei problemi che non sono soltanto i miei ma di tanti onesti cittadini. Nella palazzina dell’istituto Ater, case popolari sita in v. don Milani, 8, proprio di fronte agli uffici, ci sono persone invalide costrette a rimanere recluse in casa per il mancato funzionamento dell’ascensore.Nonostante le ripetute lamentele, e anche dopo aver inviato una lettera di richiesta di nuova installazione, e manutenzione corretta del vecchio ascensore , ancora oggi tutti i condomini rimangono nel disaggio più assoluto. Mi chiedo come è possibile che in un palazzo così grande, alla costruzione della stessa, non siano stati installati due ascensori?, da verifiche fatte risulta che erano previsti due impianti, allora mi chiedo: dove è finito il secondo ascensore? Oggi con questa lettera voglio sensibilizzare l’oppinione pubblica, ma soprattutto i dirigenti dell’ente ATER.Perché non si ricevono risposte concrete? E’ inutile che continuano a venire da Bracciano gli operai della manutenzione, quando dopo poche ore siamo ancora costretti a chiamare perché l’ascensore non funziona più, si rischia di uscire di casa e passare ore nell’atrio, eppure loro , i dirigenti sono di fronte a noi, ma la solidarietà il rapporto umano dove sono finiti?
E’ assurdo che in questa città per ottenere risposte bisogna mandare lettere ai giornali, se questi bei signori non sono capaci ne di vedere , ne di ascoltare, ne di capire i problemi che stanno creando, perché non se ne vanno a casa.
Non si va al lavoro per portare a casa uno stipendio a fine mese, non solo loro hanno dei diritti, anche tutte le persone che abitano la palazzina 8, e questi diritti tutti concordi faremmo in modo che siano rispettati.Cordiali saluti.
Angela Renzi
Cittadina

ULTIME NEWS