Pubblicato il

Piattaforma degli obiettivi della manifestazione no coke

PIATTAFORMA DEGLI OBIETTIVI
DELLA MANIFESTAZIONE PACIFICA
DEI CITTADINI DI TARQUINIA
CHE AVRA’ LUOGO IL 24 MAGGIO 2008
Indetta da una popolazione laboriosa, unita contro chi ne minaccia il futuro e contro chi le nega il diritto alla salute e al lavoro. Una popolazione che trae sostentamento dai tesori di questa terra: campi fertilissimi, mare, boschi, bellezze naturali e architettoniche, tesori archeologici.

L’obiettivo fondamentale della manifestazione è fermare la riconversione della CENTRALE A CARBONE DI TVN A CIVITAVECCHIA, per dare un futuro ai nostri figli e al pianeta minacciato dai cambiamenti climatici.

Chiunque impedisce alla comunità di Tarquinia di essere unita contro la centrale di TVN è alleato di Enel e sostiene il carbone. Continuiamo a rivendicare i nostri diritti in tutte le sedi pertanto:

1. rifiutiamo i soldi o qualunque altro accordo compensativo che non preveda il blocco della riconversione a carbone perché vanno rifiutati i soldi di che ha scelto il carbone, fonte di gravissime patologie e vuole impedire la protesta delle popolazioni inquinate, accattivandosele con contributi per acquistare ambulanze, posti letto negli ospedali, risanare conti pubblici, ecc. ecc.

2. chiediamo al Ministro Scajola il blocco dei lavori della centrale di TVN a Civitavecchia: deve tener conto di tutte le manifestazioni di contrarietà espresse dalle popolazioni del territorio (a Civitavecchia, Tarquinia, Ladispoli, Allumiere, Cerveteri ecc) dalle istituzioni pubbliche (tutti i Comuni del comprensorio, le Provincia di Viterbo e Roma, la Regione Lazio, il Ministero della salute, il Ministero dell’Ambiente);

3. chiediamo una nuova Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA) e sosteniamo il riesame dell’ Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) finché non sarà stata riaperta la procedura: la perizia scientifica disposta dal Tribunale di Civitavecchia ha reso carta straccia la VIA e il decreto MAP che hanno permesso ad Enel d’iniziare i lavori;

4. chiediamo la Valutazione d’Impatto Ambientale Strategica (VAS) e la Valutazione d’Impatto Sanitario (VIS): considerando congiuntamente tutte le fonti che inquinano il nostro territorio;

5. vogliamo contrastare la menzogna del “carbone pulito” chiedendo all’Autority competente per la pubblicità ingannevole di sanzionare l’uso dell’aggettivo “pulito” dopo la parola carbone, perchè nel mondo la tecnologia del carbone pulito è ben altra cosa;

6. chiediamo lo screening gratutito per l’arsenicosi che può colpire quanti operano vicino alle fonti inquinanti che rilasciano arsenico: lavoratori degli impianti, agricoltori, operatori turistici e cittadini;

7. esigiamo il registro dei tumori e una ricerca epidemiologica per tumori, patologie respiratorie e allergie come promesso dal Direttore della ASL Aloisio e dall’Assessore Regionale Battaglia durante lo sciopero della fame attuato da alcuni cittadini di Tarquinia a primavera 2007.

ULTIME NEWS