Pubblicato il

Piero Traini torna in panchina: guiderà gli allievi del Dlf

di RICKY CARLANTONI

CIVITAVECCHIA – Al “Trofeo Dlf MCP”, categoria “Giovanissimi”, Cerveteri e Corneto Tarquinia impattano per 1 a 1 nella gara valida per il girone “B”. Ceriti in vantaggio con Zaneletti e pareggio etrusco siglato da Giamundo. Quest’oggi la sfida fra lo stesso Corneto e il San Gordiano (ore 19) deciderà le qualificazioni alle semifinali. Nel girone “A” obiettivo raggiunto, invece, per i “ferrovieri” grazie al 2 a 1 con cui hanno superato il Santa Marinella. A viale Baccelli sono stati però i rossoblu a portarsi in vantaggio dopo soli tre minuti di gioco con Mancini. Prima del riposo, pareggio di Campari. Nel secondo tempo arrivava il gol vittoria e qualificazione timbrato da Lorenzo D’Ambrosi. La gara ha sancito anche il passaggio di consegne fra il tecnico biancoverde Filippo De Gaetano e Piero Traini che, dopo due anni di assenza dalla panchina per motivi di lavoro, guiderà il prossimo anno il Dlf nel campionato “Allievi Provinciali”. Nella giornata di lunedì, il Montalto Calcio ha battuto 3 a 0 il Santa Marinella grazie alle reti di Maccione, Chiaranda e Micheletti ottenendo così l’accesso alle semifinali del torneo. Questa la classifica finale del gruppo “A”: Montalto 4, Dlf 4, Santa Marinella 0. Resta come detto da definire il girone “B” con il superfavorito Corneto che deve ancora staccare il pass. Tra l’altro la squadra guidata dal civitavecchiese Piero Forcella ha esaurito la sua avventura nei play off del campionato provinciale di categoria, vinto con una cavalcata impressionante e come si ricorderà deciso nello scontro diretto al Dlf.
L’undici rossoblu dopo aver ceduto in maniera beffarda sul campo del Pianoscarano sabato scorso hanno perso 1-0 tra le mura amiche contro la Virtus Pilastro, che dovevano invece assolutamente battere per sperare. «E’ stata la classica partita storta – racconta mister Forcella – iniziata con una serie di defezioni (compresa quella dei portieri che ha costretto il tecnico a schierare tra i pali un difensore) e proseguita all’insegna della sfortuna anche se c’è da ammettere che non siamo stati brillantissimi». Il tecnico recrimina soprattutto per le occasioni sprecate: «Nel pugilato la nostra sarebbe stata una vittoria ai punti – conclude Forcella – abbiamo creato e sprecato tanto mentre il Pilastro ha capitalizzato al meglio l’unica vera occasione che gli è capitata».

ULTIME NEWS