Pubblicato il

Pierotti: «Sono io l’autore dei manifesti»

Rivendica la paternità degli attacchi firmati Riformisti di sinistra e aggiunge: «Nessuna ingiuria, sono critiche politiche»

Rivendica la paternità degli attacchi firmati Riformisti di sinistra e aggiunge: «Nessuna ingiuria, sono critiche politiche»

ANGELOCIVITAVECCHIA – «Ma quale manifesti anonimi, tutti sanno che i Riformisti di Sinistra sono quelli che sono usciti dalla maggioranza prima del voto». Angelo Pierotti non si nasconde, anzi rivendica la paternità di quella che definisce un’«azione politica e democratica, senza ingiurie nei confronti di nessuno». Il riferimento è ai manifestini che venerdì mattina hanno invaso piazzale Guglielmotti e piazza Regina Margherita, prendendo di mira soprattutto esponenti dell’Udc.
«Si tratta di critiche politiche nei confronti di personaggi che vivono di politica e quindi non devono certo indignarsi di fronte ad attacchi duri, sì, ma non certo ingiuriosi».
Insomma, secondo Pierotti la politica si riduce a campagne di manifesti densi di veleni?
«Ripeto, sono critiche politiche, non c’è nessun veleno. Solo accuse politiche sui vari interessi in campo che, al momento opportuno, saranno supportate da atti e fatti».
Contro la ‘‘politica degli interessi’’ si fa una politica ‘‘ad personam’’? «Se è per questo – dichiara Pierotti – è stata fatta anche una falsa denuncia nei miei confronti, con falsi testimoni. Comunque, il movimento che stiamo ricostruendo con gli amici che hanno condiviso con me l’uscita dalla maggioranza e con quanti si stanno avvicinando a noi, intende denunciare quanto c’è di sbagliato nella politica locale. E la nostra voce sono manifesti e altre iniziative, che presto metteremo in campo. Questo è solo l’inizio, è come un’oliva di un antipasto di un pasto completo. Ma non parliamo a vanvera di ingiurie e anonimati che non esistono. E’ politica». Forse sarebbe meglio dire che è la politica di Civitavecchia.

ULTIME NEWS