Pubblicato il

Pomeriggio di fuoco, muore un contadino

Due incendi divampati a Campo dell'Oro e uno alla Farnesiana. Evacuate tre abitazioni, un anziano ricoverato al San Paolo. Ad Allumiere, il proprietario di una vigna minacciata dalle fiamme è stato stroncato da un infarto mentre cercava di spegnerle

Due incendi divampati a Campo dell'Oro e uno alla Farnesiana. Evacuate tre abitazioni, un anziano ricoverato al San Paolo. Ad Allumiere, il proprietario di una vigna minacciata dalle fiamme è stato stroncato da un infarto mentre cercava di spegnerle

di MATTEO MARINARO

CIVITAVECCHIA – Cinque ettari di sterpaglie e macchia mediterranea in fumo, 3 abitazioni evacuate, cavi della corrente elettrica cittadina bruciati e danni ingenti ad immobili rurali. È questo il bilancio di più incendi di quasi certa origine dolosa, divampati  nella parte alta della città nel fosso di Scarpatosta in direzione dell’A12 e nel bosco della Farnesiana (nei pressi della stazione vecchia) ad Allumiere. Estenuante il lavoro degli uomini della ‘‘Bonifazi’’ guidati dal capodistaccamento Giuseppe Ibelli che verso le 14,10 si sono recati tempestivamente in via Mario Stella (Campo dell’Oro) per domare le fiamme che già avevano divorato gran parte della vegetazione e lambendo pericolosamente le abitazioni. Giunti sul posto i vigili del fuoco si sono subito resi conto della gravità dell’incendio. «I ragazzi hanno indossato gli erogatori e si sono gettati nelle fiamme – ha commentato Ibelli – mettendo in salvo INCENDIOgli animali domestici intrappolati dalle fiamme. Non ho parole per descrivere chi appicca incendi mettendo a rischio la vita nostra e quella dei cittadini». Sul posto anche gli uomini del vicequestore Sergio Quarantelli che hanno presidiato la zona raccogliendo particolari per le indagini e prestando soccorso agli abitanti evacuati. Sul posto anche un elicottero AB 412 dotato di cestello, che ha fatto la spola con lo specchio di mare antistante lo stabilimento ‘‘Marinai d’Italia’’. Soltando due ore dopo, quando l’incendio sembrava domato, una colonna di fumo si ergeva a poca distanza in via Guastatori del Genio. Arrotolate le manichette in fretta e furia i pompieri hanno raggiunto il nuovo focolaio, già preso d’assalto da decine di curiosi giunti sul posto per osservare l’accaduto. Rinforzi alle squadre antincendio locali sono giunti anche da Allumiere, Bracciano, Cerveteri e Roma. Spettacolare e tempestivo anche il salvataggio di una coppia di anziani signori, con il capofamiglia che già sofferente alle vie respiratorie, è stato trasportato d’urgenza al San Paolo per aver inalato il fumo che invadeva la sua INCENDIOabitazione. Difficili le operazioni di spegnimento anche a causa del vento, che ha fatto alimentare e dilagare le fiamme fino al ponte dell’autostrada A12 chiusa temporaneamente. «Vanno presi dei provvedimenti alla svelta – ha precisato il capo-distaccamento Ibelli – non si scherza con le vite umane e il nostro patrimonio boschivo è stato nuovamente danneggiato».

 

ORE 21.00 – STRONCATO DA INFARTO CONTADINO CHE SPEGNEVA LE FIAMME –  Un anziano contadino è morto in serata a causa di un infarto che lo ha colpito mentre tentava di spegnere le fiamme che stavano bruciando la sua vigna. E’ avvenuto in località Farnesiana, una zona boschiva compresa tra la statale Aurelia, a nord di Civitavecchia, e l’entroterra di Allumiere. L’incendio, scoppiato nel tardo pomeriggio mentre le squadre dei vigili del fuoco di Civitavecchia erano ancora alle prese con un altro grave rogo nel quartiere di Campo dell’Oro, ha assunto a sua volta proporzioni preoccupanti che avrebbero richiesto l’impiego dei mezzi aerei, reso però impossibile dal buio. In serata è stato comunque circoscritto e per tutta la notte sarà monitorato dalla Protezione Civile e dalla Guardia Forestale. Sul fronte degli incendi, quella odierna è stata la peggiore giornata dall’inizio della stagione estiva che finora aveva fatto registrare un numero di roghi inferiore rispetto agli anni scorsi.

ULTIME NEWS