Pubblicato il

Ponton de Rocchi, una discarica di rifiuti speciali <br />

CIVITAVECCHIA – Rifiuti, rifiuti, rifiuti. E ancora cumuli di spazzatura, macerie e sporcizia. Addirittura in mezzo al mucchio si intravede una spalliera in ferro battuto di un letto matrimoniale con tanto di materasso blu che alla vista sembra ancora decisamente soffice e morbido, anche se sporco e perforato.
La via che conduce al canile municipale di Civitavecchia si propone così agli occhi del cittadino.
Quella zona, conosciuta come località Ponton de Rocchi, l’inizio della valle di Fiumaretta, è sempre stata un parco naturale e archeologico per la città. Lasciando da parte le polemiche sulla realizzazione della Bretella A12 porto che dovrebbe sorgere proprio in quella valle, è necessario portare all’attenzione delle istituzioni l’attuale stato di degrado e di inquinamento in cui versa la strada.
Se alcuni anni fa la località era decisamente periferica e ‘‘dimenticata da Dio’’, oggi sicuramente con la nuove costruzioni che sono state realizzate di recente lì è sorto un nuovo quartiere. Ma per alcuni cittadini invece li c’è una discarica. È possibile notare infatti come ai lati della strada siano state abbandonate grosse quantità di calcinacci, piastrelle, mattoni e STRADArifiuti di materiale edilizio, accompagnate da immondizia che richiederebbe uno smaltimento speciale come televisori, videoregistratori e, incredibile ma vero, anche estintori. Poco distante qualcuno ha pensato bene di realizzare un’officina all’aperto lasciando in mezzo all’erba pneumatici per autocarro e automobili, una marmitta e pezzi di ingranaggi di un motore.
Da segnalare anche l’urgenza di asfaltare e dotare di illuminazione pubblica le strade di quella zona che, oltre ad essere piene di buche, sono al 90% in fango e terra battuta. (solo via Padri Domenicani e strade attigue a via della Polveriera sono complete ma piene di buche). «La sera qui c’è coprifuoco – commenta una signora che getta la spazzatura – la strada è poco illuminata e piena di buche, poi quando piove la situazione si fa davvero critica con il fango che rende impraticabile alcune vie per raggiungere i portoni dei palazzi».

ULTIME NEWS