Pubblicato il

"Certamen Traianeum", al via la seconda edizione

CIVITAVECCHIA – Maggiormente strutturato, sicuramente più organizzato, sulla strada di una sempre più importante istituzionalizzazione non solo nel territorio, ma a livello nazionale. È pronta a partire la seconda edizione del “Certamen Traianeum” in programma in città dal 17 al 19 aprile prossimi. La manifestazione, dopo il successo dello scorso anno, è riproposta dagli stessi organizzatori: il Liceo Classico “Padre Alberto Guglielmotti” e la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. E quest’anno può contare sulla formazione di un comitato promotore di cui fanno parte, oltre al presidente dell’Ente bancario Vincenzo Cacciaglia, anche quello dell’Autorità Portuale Fabio Ciani ed il sindaco Gianni Moscherini. “Con questa iniziativa – ha spiegato Cacciaglia – vogliamo far uscire Civitavecchia dai confini strettamente locali. proprio per far conoscere la città anche a livello nazionale, istituzionalizzando una manifestazione che, per il momento, è già diventata un punto di riferimento per tutto il centro Italia”. Il primo giorno sarà dedicato all’accoglienza degli alunni e dei loro accompagnatori, con la visita alle Terme di Traiano, al porto storico e al Forte Michelangelo, in collaborazione con la Pro Loco. Nel corso della giornata successiva si svolgeranno invece le prove, sia quella di latino per il liceo classico, che quella di disegno, un’estemporanea nella splendida cornice delle Terme Taurine. “Inoltre – ha aggiunto il dirigente scolastico Pasquale Picone – ci saranno due sezioni dedicate una agli studenti locali, in entrambe le prove, l’altra agli alunni delle scuole medie, con una prova di latino. Con questa iniziativa il liceo classico porta avanti quell’idea di nuovo umanesimo rilanciata dal ministro della Pubblica Istruzione. D’altronde il certamen è nella tradizione del Liceo, ma allo stesso tempo dimostra un’apertura alla realtà fondata sull’immagine, con la prova di disegno, e alla iniziazione al latino, con il mini certamen dedicato alle scuole medie”. Durante lo svolgimento delle prove gli accompagnatori verranno coinvolti in una visita al sito archeologico di Vulci. “Questo perché – ha spiegato l’amministratore delegato del Parco, Carlo Falzetti – vogliamo lanciare attraverso il certamen anche l’idea di una sorta di turismo culturale. Abbiamo il porto e siamo aperti a sempre nuovi traffici: dobbiamo valorizzare il nostro territorio. Nell’ambito di questa visita tematica sarà possibile girare un filmato per un successivo dvd che raccoglierà i momenti più importanti della manifestazione, oppure si potranno coinvolgere i butteri per uno spettacolo di tradizione maremmana”. Il Certamen si concluderà il 19 aprile con una lectio magistralis con alcune personalità accademiche, e la premiazione dei vincitori. Il primo classificato (in ognuna delle due sezioni) riceverà 800 euro, 500 i secondi e 300 per i terzi. Inoltre il Rotary ha messo in palio altri premi per gli allievi delle scuole cittadine.

ULTIME NEWS