Pubblicato il

Quote Rsa, il Pincio prende tempo

Allo studio dei servizi sociali i criteri per l’applicazione della delibera 98. Rimane il dubbio se calcolare anche l’Isee dei parenti dei degenti

Allo studio dei servizi sociali i criteri per l’applicazione della delibera 98. Rimane il dubbio se calcolare anche l’Isee dei parenti dei degenti

FANCIULLICIVITAVECCHIA – In merito alle polemiche sollevate dalle famiglie dei degenti per l’aumento delle rete nelle Rsa e l’accusa al Comune e ai Servizi Sociali di non rispettare la normativa vigente, la Delibera Regionale Num. 98/2007, nella quale sono stati fissati i nuovi criteri guida per il pagamento della diaria giornaliera nelle Residenze Sanitarie Assistite è intervenuta l’Assessore, Fulvia Fanciulli. Nel corso di un incontro la Fanciulli coadiuvata dal presidente di Commissione, Anita Cecchi, ha dichiarato di essere pronta a risolvere l’annoso problema della ripartizione della quota che spetta ai pazienti in base al reddito. – «Varie teorie che non collimano con la realtà dei fatti si sono sentite – ha esordito l’assessore – ci tengo a dare delle spiegazioni sul problema dell’applicazione della delibera regionale Num. 98/2007 e la successiva circolare esplicativa inviata ai Comuni dall’assessorato alle Politiche Sociali della Regione ha ciò è dovuto il problema dell’impasse burocratico“- ha continuato Fanciulli – il nodo del problema è proprio dovuto all’interpretazione della circolare esplicativa del 2 gennaio scorso, che avrebbe dovuto dare delle indicazioni e spiegare come applicare la stessa delibera regionale, mentre in realtà non l’ha fatto. Attendiamo un incontro con la Regione Lazio per avere dei chiarimenti».

ULTIME NEWS