Pubblicato il

"Etm è stata messa in crisi da Comune e Regione"

CIVITAVECCHIA – I lavoratori di Etm dei servizi commerciali, intervengono dopo le perplessità espresse dalle sigle sindacali in relazione al processo di costituzione delle holding. «Ci preoccupiamo delle falsità diffuse riguardo al destino dei servizi commerciali erogati dalle aziende partecipate dal Comune – dichiarano in una nota – nell’ultimo anno, dopo i significativi successi, Etm è stata messa in crisi da Regione e Comune e salvata dai servizi commerciali: turismo, merci e parcheggi». Riferiscono che negli ultimi mesi la situazione della municipalizzata sarebbe degenerata: «Un’azienda che era la prima nel Lazio in termini di crescita, ora non riesce nemmeno a pagare contributi e stipendi. Le cause – continuano i lavoratori – le conoscono tutti: il Comune e la Regione non pagano l’enorme debito di oltre 1,2 milioni di euro accumulato nei confronti di Etm». Aggiungono che i contratti del Trasporto Pubblico e dello Scuolabus, al di là dei mancati pagamenti, sarebbero comunque in perdita e risalirebbero al 2004-2005: «Negli ultimi mesi la sopravvivenza è stata garantita dai servizi commerciali che incassavano circa 100 mila euro al mese e hanno permesso di pagare gli stipendi dei dipendenti dei servizi Tpl. Adesso l’amministrazione comunale sostiene che gli unici servizi che funzionano devono essere alienati. E come si farà a pagare i lavoratori?»

ULTIME NEWS