Pubblicato il

"I cittadini vogliono sentir parlare di sviluppo e non di poltrone"

Gli esponenti di ''Sviluppo per Cerveteri'' lamentano il ritardo nella composizione della giunta

Gli esponenti di ''Sviluppo per Cerveteri'' lamentano il ritardo nella composizione della giunta

CERVETERI – “Sempre più spesso le aspettative che riponiamo negli uomini politici vengono disattese. Non vorremmo che accadesse fin da subito con Ciogli”. Con queste parole gli esponenti di sviluppo per Cerveteri lamentano il ritardo da parte del neo sindaco nella composizione della giunta. “Certo, se dovessimo giudicare dalla velocità con cui si stanno decidendo le nomine per definire la giunta e per gli altri incarichi dovremmo cominciare a preoccuparci. Sono trascorse più di due settimane dalla proclamazione del sindaco ed ancora non si sa nulla sulla costituzione di giunta ed altre nomine, di come e chi governerà la nostra cittadina. Come mai? Berlusconi ha da tempo fatto il nuovo governo, Zingaretti ha reso noto la sua giunta e Cerveteri? L’unica nomina proveniente dalla coalizione vincente è quella del “giovane e sconosciuto” Carmelo Travaglia, nomina che risulta non perfettamente in linea con l’idea di rinnovamento che era in animo nel PD di Cerveteri”. “Ci auguriamo – proseguono gli esponenti di Sviluppo per Cerveteri – che una rondine non faccia primavera. Per il resto nulla, e questo ci stupisce non poco, visto che la trasparenza e l’efficienza sono state parole base per la campagna elettorale del centro sinistra. Ci stupiamo perché non dovrebbe essere difficile questa volta per Ciogli formare la nuova compagine di giunta ed effettuare le nomine per il funzionamento dell’amministrazione comunale. Infatti non sono stati effettuati apparentamenti e quindi nulla è dovuto alle compagini estromesse dal ballottaggio. Inoltre i cittadini hanno votato per il cambiamento, premiando liste costituite da persone “nuove” per il nostrano panorama politico. Ci aspettiamo quindi diversi nomi nuovi che siederanno nei posti di comando. Dopo le parole Ciogli è chiamato alla prova dei fatti. Vediamo se si riuscirà a cambiare i musicanti che da anni direttamente o indirettamente gestiscono Cerveteri e se noi cittadini riusciremo a sentire una musica diversa rispetto al passato. Gli abitanti di Cerveteri vogliono respirare un’aria diversa, desiderano un’efficienza organizzativa ed una velocità di decisioni che ci tolgano dal torpore degli ultimi 20 anni. I primi due atti compiuti finora sono: lentezza nel definire la squadra di governo e la nomina di un antico esponente dei DS. Aspettiamo gli altri fatti, quelli veri, che contano, almeno per noi cittadini che desideriamo sviluppo e non poltrone a Palazzotto e dintorni”.

ULTIME NEWS