Pubblicato il

"La vedova allegra" diverte il pubblico della Marina

CIVITAVECCHIA – Belle le scene, ricchi e sfarzosi gli abiti, divertente il testo, numeroso il pubblico. Gli ingredienti c’erano tutti, ieri sera, per il successo de “La Vedova Allegra” di Franz Lehàr, simbolo dell’operetta immortale, portata in scena dalla compagnia torinese di operette Alfa Folies nell’ambito del “Civitavecchiainfestival”. Il cartellone proposto dal produttore Armando Napolitano La Pegna in collaborazione con Enel si è dimostrato anora una volta in grado di soddisfare tutti i gusti, passando dai concerti all’operetta, dalla prosa alla danza. Ieri sera i riflettori si sono accesi sull’amore, in scena in tutte le sue sfaccettature, con i vizi e le virtù che lo caratterizzano. La favola moderna della “Vedova Allegra” ambientata all’Ambasciata del Pontevedro fa sognare e divertire. Le finanze non sono floride e c’è preoccupazione per il patrimonio della vedova pontevedrina OPERETTAHanna Glawari, che vive a Parigi. Il cuore dell’ambasciatore, il Barone Zeta, freme al pensiero che la bella vedova possa perdere la testa, e i milioni, per un parigino. Organizza una festa con l’intento di far sposare questa “ Vedova Allegra “ al Conte Danilo. E da lì nascono tutti gli intrecci e le storie che hanno reso celebre l’operetta, riscuotendo successo e calorosi applausi anche in città.

Civitavecchiainfestival prosegue anche questa sera con “Il sogno di una notte di mezza estate” riletto in chiave particolare da un maestro del teatro italiano come Giorgio Albertazzi. L’appuntamento è per le 21.

ULTIME NEWS