Pubblicato il

"Parlare di bullismo è riduttivo"

CIVITAVECCHIA – “Non è esagerato parlare di bullismo in questa caso, ma è assolutamente riduttivo”. È questo il commento del presidente dell’associazione “La Marcia degli Angeli”, Letizia Macaluso Dimito, la quale indicando nel bullismo una espressione di violenza che porta alla sopraffazione, parla oggi di episodi che, come accaduto nell’ultimo caso, “ci pongono di fronte a violenza gratuita, cieca – ha spiegato -altro che giochi che si fanno in tutte le scuole. Oggi tutto è cambiato, nessuno educa più alle buone maniere, i genitori delegano la scuola, ma la scuola, che si trova in mano giovani ineducati e senza tabù a cui tutto è stato permesso un po’ per stanchezza, un po’ per disinteresse, un po’ per voglia di rivincita, riesce a fare poco ed ecco i risultati sotto gli occhi di tutti”. E indica così i due ragazzi come vittime di un problema più grande di loro. “Il picchiatore che evidentemente solo in quel modo riusciva a sentirsi importante ed integrato nel gruppo – ha aggiunto – ed il picchiato, con gravi e forse permanenti lesioni ad un braccio”. In quest’ottica, secondo la Dimito, è quindi necessario “operare, con la necessaria serietà e al più presto – ha aggiunto – un responsabile approfondimento delle cause reali del fenomeno, prima che questa sorta di strisciante microcriminalità rovini definitivamente i nostri giovani ed il loro futuro”.

ULTIME NEWS