Pubblicato il

"Pugno duro contro i vandali"

CIVITAVECCHIA – Inasprire il regolamento approvato in Consiglio comunale contro chi imbratta i muri o compie atti vandalici, garantendo sia spazi di aggregazione che iniziative per i giovani civitavecchiesi. Sono queste le richieste che i due consiglieri di opposizione della Prima Circoscrizione, Luca Scotto ed Emiliano Curella, rivolgono al sindaco Moscherini. «Al Pirgo, alla Marina, al Pincio, sui muri delle chiese – hanno spiegato – sono presenti numerose scritte, non certo moderne opere d’arte. Bisogna intervenire duramente. La mozione per la ripulitura a spese di chi imbratta, non basta». E così i due consiglieri prendono spunto da Verona dove di recente la Giunta ha deciso di comminare una multa di 500 euro a chi danneggia i muri di edifici pubblici e privati. «È necessario anche istallare le famose telecamere per individuare i trasgressori».

ULTIME NEWS