Pubblicato il

Rapina a Mondo Convenienza

CIVITAVECCHIA – Un tentativo di rapina andato a male che però si è trasformato in una rapina vera e propria ai danni di due giovani commesse del magazzino Mondo Convenienza di via Siligato, in zona industriale. Tutto è accaduto attorno alle 10, questa mattina, quando due uomini si sono introdotti all’interno del capannone, entrando però da una porta che dà sul retro. I due, all’apparenza trentenni e italiani, indossavano dei maglioncini blu, in dotazione qualche tempo fa proprio agli operai di Mondo Convenienza ed ora sostituiti da un modello diverso, delle parrucche, occhiali e dei berretti con visiera. In pugno due pistole con le quali hanno minacciato le commesse presenti all’interno del magazzino: in quel momento, infatti, oltre alle due ragazze ce n’era una terza in un ufficio che non si sarebbe accorta di nulla.
I magazzinieri, invece, erano a fare colazione. I due uomini sono entrati quindi a colpo sicuro, come se sapessero della situazione relativamente tranquilla che avrebbero trovato. Ma erano anche convinti di poter portarsi a casa del denaro liquido. Hanno minacciato le commesse: volevano a tutti i costi essere condotti alla cassaforte, anche se di lunedì mattina, alle 10, sarebbe stato esiguo il contenuto. Cassaforte che però non è presente nel capannone, in quanto si tratta appunto di un magazzino per lo stoccaggio e la distribuzione di mobili, peraltro anche voluminosi, difficili da portar via indisturbati. Le ragazze hanno tentato di spiegare l’assenza di denaro, ma i due hanno iniziato a dare in escandescenza, iniziando a battere sui muri in cerca di rumori che potessero indicare la presenza di una possibile cassaforte. Così si sono ‘‘accontentati’’ degli effetti personali e del denaro che avevano con sé le due commesse. Pochi minuti, quindi, ed i due rapinatori si sono dati alla fuga a bordo di un’auto, facendo perdere le loro tracce.
Immediatamente le ragazze hanno dato l’allarme alla Polizia. Gli agenti del commissariato di viale della Vittoria, subito sul posto, hanno interrogato i presenti, predisponendo poi dei posti di blocco nelle strade vicine, tra Sant’Agostino, Borgata Aurelia, e la Mediana. Gettate nel terreno in zona industriale la Polizia ha ritrovato le parrucche dei rapinatori: un indizio utile che li potrebbe portare presto sulle loro tracce. Non possono però contare neanche sull’ausilio delle telecamere di videosorveglianza che, proprio perché si tratta di un magazzino di stoccaggio, non sono installate. In base alle diverse testimonianza e agli elementi raccolti, gli uomini del dottor Quarantelli stanno cercando di risalire ai possibili autori della rapina.

ULTIME NEWS