Pubblicato il

Reclutato a Latina, impiegato a Civitavecchia <br />

Il Comune ha assunto da fuori un ingegnere che si occupa di protezione e prevenzione. Eppure il Sindaco Moscherini in campagna elettorale convinse con la promessa di valorizzare le professionalità cittadine  

Il Comune ha assunto da fuori un ingegnere che si occupa di protezione e prevenzione. Eppure il Sindaco Moscherini in campagna elettorale convinse con la promessa di valorizzare le professionalità cittadine  

CIVITAVECCHIA – Fa discutere l’assunzione presso il Comune di Civitavecchia, di un consulente esterno proveniente da Latina. Si tratta di Cristian Sbocchi, di professione ingegnere, che fa parte a tutti gli effetti della riorganizzata macchina amministrativa della Grande Coalizione, che prima di diventare Giunta parlava alle folli di valorizzazione delle professionalità locali. Sbocchi lavora per conto del Pincio già da gennaio scorso, assunto con un contratto della durata di quattro anni. Per lui tremila cinquecento euro lordi ogni mese, legittimi se si considera il tipo di lavoro che quest’ultimo è chiamato a svolgere: responsabile del servizio protezione e prevenzione. L’intoppo tuttavia riguarda i passaggi che hanno portato all’individuazione dell’ingegnere, sicuramente regolari ma inequivocabilmente fuori dai canoni ai quali il Sindaco delle Larghe Intese Gianni Moscherini si vantava di ispirarsi, quando preannunciava il reperimento di tutte le intelligenze civitavecchiesi che avrebbero contribuito a rilanciare la città e il territorio. Forse le intese di Moscherini si sono allargate eccessivamente, fino ad arrivare a Latina, dove le professionalità altrettanto valide non hanno però nulla a che vedere con Civitavecchia e i Comuni limitrofi. Caso nel caso. Una scelta quella del primo cittadino, che svilisce ancor più la facoltà universitaria di Ingegneria della Sicurezza con sede in città, di recente già oggetto di polemiche legate all’opportunità di mantenerla aperta o meno. Un segnale non certo incoraggiante per tutti quei giovani laureati presso la struttura locale, che ancora non hanno mollato gli ormeggi per partire alla ricerca di lavoro in zone sicuramente più floride sotto l’aspetto occupazionale. Un episodio quello legato all’ingegner Sbocchi che può voler dire poco: certamente il professionista starà svolgendo in maniera diligente il compito che gli è stato affidato. Speriamo solo che la stessa diligenze caratterizzi il modus operandi del Sindaco nelle scelte future, affinché ricordi che per la città di Civitavecchia ha firmato e fatto firmare pubblicamente un patto, dei cui residui, al momento si sa ben poco.

ULTIME NEWS