Pubblicato il

Ricci (Rdb-Cub): «La spaccatura è sulla spesa dei personale»

SINDACATICIVITAVECCHIA – L’ipotesi di una spaccatura dell’asse sindacale, non va giù a Giancarlo Ricci di Rdb-Cub. Il segretario della Federazione di Civitavecchia rilancia, affermando di rimanere sbigottito difronte alla diatriba per la stabilizzazione dei lavoratori precari del Comune e per la valorizzazione delle risorse umane interne. ««Dopo un anno di assemblee, ricorsi in Prefettura e scioperi – fatto sapere Ricci – si è arrivati alla firma di un accordo con l’Amministrazione comunale (quello del 20 giugno, ndr) che accoglieva le esigenze delle controparti e mediava tutte le posizioni». Da qui le lamentele del sindacalista: «L’Amministrazione comunale con arroganza e contro tutte le buone regole cambia atteggiamento, non risponde l’accordo sottoscritto e propone una stravolgente nuova delibera». Giancarlo Ricci ribadisce che il sindacato Rdb-Cub lo scorso 20 giugno accettò solo l’aumento dei posti a concorso per i vigili urbani: «L’atteggiamento dell’Amministrazione aveva un solo scopo – avverte – quello di diminuire la spesa del personale per poter assumere nuovi collaboratori del Sindaco con l’articolo 90, mentre sono pronte le ordinanze sindacali di assunzione per altri dieci collaboratori che diventano così 35 e la spesa del personale per i collaboratori aumenta vertiginosamente intorno a 1.300.000 euro annui». Ricci fa sapere che questo è il vero motivo della vertenza con l’Amministrazione comunale e della spaccatura sindacale: «Bene ha fatto la Cgil-Fp a disdettare la firma sulla proposta, intollerante invece – conclude – è il compiacimento delle altre sigle».

ULTIME NEWS