Pubblicato il

Ricettazione e vendita di merce contraffatta: 1 arresto e 18 denunce

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, nel corso di una maxi-operazione di controllo del territorio su tutto il litorale Nord della Provincia (dal litorale di Passoscuro a quello di Santa Marinella), hanno arrestato un cittadino senegalese responsabile di ricettazione di merce contraffatta e ingresso clandestino nel territorio italiano ed hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Civitavecchia 18 cittadini extracomunitari responsabili, a vario titolo, dei reati di ricettazione, contraffazione e vendita di materiale audiovisivo tutelato dal diritto d’autore e commercio abusivo su aree demaniali. In particolare a Ladispoli, nel corso del servizio, i militari dell’Arma hanno arrestato T.A.B., senegalese 42enne, in Italia senza fissa dimora, il quale veniva sorpreso mentre vendeva materiale illegalmente prodotto e contraffatto. I successivi accertamenti permettevano di acclarare che lo stesso risultava privo di permesso di soggiorno e che non aveva ottemperato ad un precedente provvedimento di espulsione. Contestualmente i Carabinieri delle Stazioni di Ladispoli, Passoscuro, Santa Marinella, Santa Severa e Tolfa, nel corso del citato servizio di controllo del territorio hanno rintracciato, identificato e denunciato in stato di libertà 18 cittadini extracomunitari che venivano sorpresi mentre vendevano materiale illegalmente prodotto e contraffatto sulle spiagge o nei pressi di Centri Commerciali, stazioni ferroviarie o semafori. Il fatto è accaduto durante la giornata di ieri, quando i Carabinieri hanno eseguito controlli a tappeto nelle località del litorale dove è più frequente il citato fenomeno. Inizialmente i Carabinieri hanno proceduto al sequestro del materiale che era stato esposto in bella vista pronto per essere venduto e, successivamente, il servizio è continuato con perquisizioni domiciliari nelle rispettive abitazioni. L’attività si è conclusa con il sequestro di circa 650 tra DVD cinematografici e CD musicali (sprovvisti di contrassegno S.I.A.E.), di 132 capi di abbigliamento, 115 cinture, 20 paia di scarpe e 210 occhiali da sole, il tutto “regolarmente” falsificato e riportante la griffe di varie e prestigiose e note marche. Per T.A.B. sono scattate le manette ed è stato associato presso il carcere di Borgata Aurelia di Civitavecchia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, con l’accusa di ricettazione di merce contraffatta e ingresso clandestino nel territorio italiano. Gli altri 18 cittadini extracomunitari dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di ricettazione, contraffazione e vendita di materiale audiovisivo tutelato dal diritto d’autore e commercio abusivo su aree demaniali all’Autorità Giudiziaria civitavecchiese che ha convalidato il sequestro di tutto il materiale.

ULTIME NEWS