Pubblicato il

Rifiuti, Menga (Pd) dice no al termovalorizzatore a Fiumicino

FIUMICINO – il Pd di Fiumicino è critico sull’ipotesi di un termovalizzatore a Fiumicino. “Si rimane stupiti – afferma Raffaele Megna, esponente provinciale del Pd – nell’apprendere che il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, ai margini di una riunione alla Provincia di Roma, si rende disponibile ad ospitare sul territorio un termovalorizzatore per il trattamento dei rifiuti. Questa decisione non solo non era prevista dal programma elettorale del neo eletto sindaco, ma dimostra il totale fallimento della politica della raccolta di rifiuti di questo centrodestra”. “I termovalorizzatori -aggiungono Megna ed il capogruppo Pd di Fiumicino, Paolo Calicchio – sono solamente una fase del ciclo dei rifiuti che in esso devono pervenire già trattati proprio per minimizzare le emissioni. Prima di pensare al termovalorizzatore ci deve essere una forte livello di raccolta differenziata, una politica comunale per la riduzione dei rifiuti stessi come gli imballaggi, le confezioni dei prodotti ed altro. Si pensi che Fiumicino ha un impianto per fare il fertilizzante dai rifiuti umidi e questo riceve solo i rifiuti dei mercati romani. Perché – concludono – nessuno ha mai pensato di fare una convenzione per portarci i nostri rifiuti umidi che noi giornalmente produciamo?”.

ULTIME NEWS