Pubblicato il

Torna in collina la tradizionale festa della Fojetta d'oro

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Torna in collina la tradizionale ‘‘Festa della Fojetta d’oro’’ promossa dalla Storica Contrada Burò di Allumiere. Dal 26 al 29 giugno piazza Giovanni da Castro farà da cornice a questa sagra ormai amata e attesa che racchiude anche la V Sagra del vino nonché la II Sagra del tartufo e dell’olio di Al lumiere. La festa della Fojetta d’oro, che prende il nome dal recipiente usato nelle antiche osterie per servire il vino, tende a valorizzare i tre prodotti tipici allumieraschi e la riscoperta del centro storico di Allumiere attraverso l’antica osteria riprodotta nei minimi dettagli all’interno della festa. Tutti i produttori di vino locale partecipano nelle due categorie viticoltori – vinicoltori e grazie all’esperienza e al giudizio dei sommeliers della Fisar viene assegnata l’ormai ambita ‘‘Fojetta d’oro’’. “Ogni partecipante consegnerà una scheda dove vengono descritti dettagliatamente i pregi e i difetti del proprio vino – ha spiegato il presidente della contrada Burò, Stefano Stefanini – e, grazie alla collaborazione con l’associazione Umao, assegneremo un premio al migliore Olio, e come per il vino, i produttori di olio partecipanti consegneranno la scheda tecnica con tutte le caratteristiche e i sapori del proprio prodotto. Nella giornata conclusiva un’apposita giuria premierà infine il tartufo più pesante raccolto nel territorio di Allumiere. Come nelle antiche osterie le giornate saranno allietate da vecchi giochi popolari, il tutto annaffiato da buoni bicchieri di vino e da degustazione di prodotti tipici locali”.

ULTIME NEWS