Pubblicato il

Torna libero il 19enne arrestato per spaccio

CIVITAVECCHIA – Prima si è riservato, poi il giudice per le indagini preliminari Giovanni Giorgianni ha deciso di rimettere in libertà il diciannovenne civitavecchiese che, sorpreso qualche sera fa a Borgo Odescalchi, è stato arrestato dalla Polizia con l’accusa di spaccio di sostanza stupefacente. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Andrea Miroli, si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di garanzia e l’udienza di convalida che si sono svolti al carcere di Borgata Aurelia dove era detenuto. Il magistrato, invece, la dottoressa Bianca Maria Cotronei, aveva chiesto per lui la custodia cautelare in carcere. Invece il gip ha deciso di rimetterlo in libertà: per lui solo l’obbligo di dimora nel comune di Civitavecchia. Con molta probabilità ha influito molto il fatto che il ragazzo fosse incensurato. Come si ricorderà la Polizia lo aveva arrestato sabato sera, durante dei controlli, trovandolo in possesso di 15 grammi di hashish già divisi in dosi che, secondo la Polizia, stava vendendo ad altri quattro coetanei, tutti denunciati.
Intanto sul fronte giudiziario è iniziato con un rinvio uno dei filoni del processo scaturito dalla cosiddetta ‘‘Operazione Nerone’’, condotta l’estate dello scorso anno dai carabinieri. Natale e Francesco Cherillo, Silvana Adugna, Marco Bezio, Idoletto Ceccacci, Edoardo Roccasalva e Maurizio Orsini saranno di fronte al collegio civitavecchiese il prossimo 3 novembre.

ULTIME NEWS