Pubblicato il

Tvn, oggi consiglio comunale sulla centrale di Civitavecchia

TARQUINIA – Tutti i cittadini dei comuni del comprensorio inquinato dalla riconversione a carbone della centrale di Tvn a Civitavecchia sono invitati dal Comitato dei Cittadini Liberi a partecipare al Consiglio Comunale di Tarquinia, oggi, giovedì alle ore 18. La richiesta del consiglio è stata fatta dai consiglieri di minoranza e da un consigliere della maggioranza; il tema è chiaramente il carbone e nella proposta di deliberazione si chiede: la Riapertura della V.I.A (valutazione di impatto ambientale); il Riesame dell’ A.I.A. (autorizzazione Integrata ambientale); la richiesta ufficiale al sindaco Mauro Mazzola di rifiutare l’accordo con Enel per le compensazioni in denaro. “Il presidente del consiglio del comune di Tarquinia ha fissato la data dopo circa due mesi dalla richiesta – accusa in una nota il Comitato – ha disposto poi la chiusura agli interventi del pubblico (durante il consiglio i cittadini non potranno prendere la parola, quando, invece, era stato chiesto un Consiglio Comunale aperto agli interventi) infine, nella convocazione ufficiale fatta sui manifesti cittadini, non viene chiarito l’oggetto del consiglio e cioè che si parlerà di carbone. Si nasconde così la verità e non si permette ai cittadini di capire”. “D’altro canto – spiega il Comitato – i cittadini non devono capire visto che circola la notizia che i sindaci stiano ratificando l’accordo con Marrazzo ed Enel. Qualora fosse vero che il sindaco del Comune di Tarquinia stia firmando uno sciagurato accordo per compensazioni in denaro, in cambio del consenso, dovrà necessariamente rispondere delle sue responsabilità. I consigli comunali precedenti hanno deliberato all’unanimità il rifiuto alle compensazioni in denaro, con quale autorizzazione o delega viene firmato ora tale accordo? Ciò che desta ancora più sconcerto è che alcuni consiglieri comunali dell’attuale maggioranza, nel dicembre 2005, quando erano in minoranza, abbiano deliberato all’unanimità, durante un Consiglio Comunale Aperto, il rifiuto di ogni tipo di compensazione proveniente da Enel. Vorremmo oggi sapere quando, come, e con quale faccia, si sia provveduto, oggi, a cancellare tale unanime deliberazione o a cambiare idea su di una questione così importante e vitale per la città ed i suoi abitanti. Invitiamo tutti i cittadini del comprensorio inquinato a partecipare al Consiglio Comunale per supportare la causa che ci accomuna in questa battaglia contro il carbone e contro le “coscienze” sporche come lo è il carbone”.

ULTIME NEWS