Pubblicato il

Tvn, Scajola riapre la Via sul carbone

CENTRALETARQUINIA – Il ministro per le attività produttive, Claudio Scajola, ha riaperto parzialmente la valutazione d’impatto ambientale sulla riconversione a carbone della centrale Enel di Torre Valdaliga Nord a Civitavecchia. Il supplemento di valutazione riguarda le emissioni di tre agenti inquinanti, tra i quali l’arsenico, che nella prima indagine non sarebbe stata compiuta regolarmente. La notizia, diffusa dal Comitato dei cittadini liberi e dai no coke dell’Alto Lazio, è confermata anche dalla senatrice Laura Allegrini (Pdl). “La segreteria tecnica del ministro Scajola – si legge in una nota della parlamentare – mi ha comunicato la riapertura della valutazione d’impatto ambientale, limitatamente a tre inquinanti. L’indagine richiederà diversi mesi, probabilmente fino alla primavera prossima. Nel frattempo la centrale potrà essere alimentata esclusivamente a gas”. La senatrice conclude ringraziando il ministro Scajola “per l’attenzione dimostrata verso il territorio”. Secondo i no coke, “le istituzioni dovranno vigilare sul rispetto delle procedure di valutazione” e se “i risultati dovessero confermare i rischi per la salute di cittadini, il governo dovrà impedire l’uso del carbone”.

ULTIME NEWS