Pubblicato il

Un esempio da imitare

di MASSIMILIANO GRASSO

Se n’è andato così come aveva vissuto tutta la sua esistenza: in punta di piedi, senza clamore, circondato dall’amore delle figlie e della sorella Mafalda.
Non c’è retorica nell’affermare che Marcello Molinari era un grande civitavecchiese. Anzi, uno degli ultimi grandi di questa città, che troppo spesso non sa apprezzare i suoi figli migliori. Questo era Marcello, un uomo indimenticabile per chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne direttamente le doti umane e la generosità; un imprenditore illuminato, che, insieme alla ‘‘Signorina’’ ha saputo costruire, dall’impresa pioneristica del padre Angelo, un marchio ed un prodotto famosi in tutto il mondo.
Uno degli esempi del ‘‘made in Italy’’ che si è affermato anche al di fuori del Paese è stata proprio la sambuca. Che per Marcello è sempre rimasta la sambuca di Civitavecchia. Della sua Civitavecchia, alla quale lui, industriale di successo di livello internazionale, è rimasto sempre legatissimo.
Amante dello sport e della natura, è sempre stato un esempio da imitare: imprenditore illuminato e amico di una battuta di caccia o delle quattro chiacchiere al bar. Questo era Marcello Molinari, semplicemente una grande persona.

ULTIME NEWS