Pubblicato il

Via Pinelli, verso la conferenza dei servizi

IMMOBILECIVITAVECCHIA – Corre su due binari la vicenda della palazzina di via Pinelli, posta sotto sequestro dalla magistratura la scorsa settimana, i cui lavori sono bloccati fino a data da destinarsi.
Da un lato infatti c’è l’inchiesta della Procura, mirata a verificare le responsabilità di una costruzione sorta su un terreno destinato a parcheggi, verde pubblico e viabilità, come specificato da piano regolatore.
Dall’altra invece rimane ancora in piedi l’indagine amministrativa aperta dal Comune, tesa a chiarire il quadro relativo proprio alla concessioni edilizie rilasciate il 21 giugno del 2006.
«Il procedimento amministrativo aperto in relazione al fabbricato sta andando avanti – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Mauro Nunzi (nella foto) – con i nostri uffici stiamo portando avanti una verifica a tutto campo che, ovviamente, dovrà tenere conto di una documentazione piuttosto ampia e non recente, e che quindi richiede tempo». Al momento l’obiettivo del Pincio è quello di valutare se esistano o meno i presupposti per l’adozione di un provvedimento di sospensione proprio delle concessioni del 2006.
«Stiamo controllando con attenzione tutti i documenti – ha aggiunto Nunzi – e convocheremo presto anche una conferenza dei servizi coinvolgendo i diversi settori del Comune e la Regione. E’ una procedura che abbiamo adottato da tempo e servirà a far luce sulla vicenda».
Nulla escluso, quindi: dalla demolizione della palazzina ad una variante al piano regolatore alla possibilità di acquisto da parte del Comune per utilizzare gli appartamenti per tamponare l’emergenza abitativa. Una cosa è certa: ci vorrà comunque del tempo per avere una soluzione definitiva della vicenda.

ULTIME NEWS