Pubblicato il

Videoterminalisti, il concorso è un flop

Su ventuno partecipanti al bando pubblico per 21 posti almeno la metà è stata ritenuta non idonea. Errori nel tema sulla figura del Sindaco e i suoi poteri oltre a notevoli ritardi nella consegna degli elaborati. Lacune evidenti nei lavori di chi ha trascorso interi anni nella pubblica amministrazione e si sentiva garantito

Su ventuno partecipanti al bando pubblico per 21 posti almeno la metà è stata ritenuta non idonea. Errori nel tema sulla figura del Sindaco e i suoi poteri oltre a notevoli ritardi nella consegna degli elaborati. Lacune evidenti nei lavori di chi ha trascorso interi anni nella pubblica amministrazione e si sentiva garantito

CIVITAVECCHIA – Colpo di scena nel concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di ventuno videoterminalisti, disposto dal Comune. Sembra infatti che sul totale dei partecipanti, circa la metà sarebbe risultata ‘‘non idonea’’ dopo la prima selezione. Una situazione grottesca, se si considera i presupposti che hanno animato il concorso pubblico, ossia quelli di concedere a chi ha lavorato per anni all’interno del Pincio di poter raggiungere una condizione di sicurezza economica e sociale. Proprio dai cosiddetti ‘‘veterani’’ è giunta l’amara sorpresa. Molti di loro, che in alcuni casi hanno trascorso interi anni negli uffici del Pincio, non hanno convinto la commissione presieduta dalla dirigente al Personale, Valeria Michelli, che ha esaminato gli elaborati consegnati. Deludenti i contenuti, che avrebbero dovuto contenere una dettagliata descrizione del ruolo e dei poteri del Sindaco. Alcuni lavori, tra l’alto, sarebbero stati consegnati fuori tempo massimo. Una situazione che lascia tuttavia aperta la porta alle polemiche, viste le garanzie che i precari avevano ricevuto dall’Amministrazione comunale.

ULTIME NEWS