Pubblicato il

Vigili, Moscherini frena: &laquo;Leggetevi la Finanziaria&raquo; <br />

Domani il problema torna in Giunta. Il Sindaco sembra improvvisamente temere un possibile contenzioso o la Corte dei Conti. Vinaccia insiste: «Ci sono motivi di sicurezza pubblica». E preannuncia una soluzione alternativa per i sedici precari

Domani il problema torna in Giunta. Il Sindaco sembra improvvisamente temere un possibile contenzioso o la Corte dei Conti. Vinaccia insiste: «Ci sono motivi di sicurezza pubblica». E preannuncia una soluzione alternativa per i sedici precari

CIVITAVECCHIA – Quella di domani potrebbe essere la giornata decisiva per la soluzione del problema dei vigili precari. La giunta fiume di ieri non ha sortito il risultato sperato, anche in considerazione della necessità di discutere numerosi altri temi, comunque fondamentali per la gestione della macchina comunale. E così la discussione sulla proroga degli agenti rimasti fuori dal processo di stabilizzazione è slittata dopo un iniziale scambio di battute, dopo che sindaco e assessori avevano discusso per ore su micro e marcostruttura del Comune e su alcune questioni legate al bilancio. Novità in questo senso. Spariranno i dipartimenti e Gianluca Ievolella sarà incaricato di gestire l’ufficio progettazione del Comune, rientrando direttamente nello staff del sindaco Moscherini. Gabriella Brullini continuerà a sovrintendere gli affari istituzionali e amministrativi. La macrostruttura quindi sembrerebbe definita con la ridistribuzione dei dirigenti ai vari assessorati: Balsani al Patrimonio, Madonna va alle Manutenzioni, Iorio rimane ai Lavori Pubblici e Marrani guiderà lo Sport e il Commercio. Ritorno a casa per Valeria Michelli alla quale è stata riaffidata la gestione del Personale; Piacentini resta allo Sviluppo, a Mazzone Economia e Finanze. Confermati all’Urbanistica Guratti, come pure La Rosa ai Servizi Sociali, Pierantozzi agli Affari Istituzionali e Marini all’Ambiente. La Marconi rimarrà ai Beni Cuturali. Il tema della microstruttura sarà affrontato subito dopo la definizione della macrostruttura, con l’amministrazione comunale che attende sulla questione il parere dei sindacati per giungere a un nuovo accordo. La giunta ha provveduto inoltre ad approvare il rinnovo di contratto al Siit per altri tre anni, relativamente alla fornitura d’acqua che viene miscelata a quella del Medio Tirreno.
Tornando al discorso precari, oggi l’esecutivo si riunisce nuovamente per definire la controversia circa la possibilità o meno di trattenere in servizio i vigili urbani precari, fino alla data del prossimo concorso pubblico. Un’ipotesi caldeggiata dal vicesindaco Gino Vinaccia, motivata con la carenza di personale presso il comando di via Braccianese Claudia, che mal si concilia con le esigenze della città in termini di sicurezza pubblica, soprattutto durante il periodo estivo. Vinaccia fa leva sull’invasione di passeggeri (croceristi e delle autostrade del mare) e sugli eventi estivi, aspetti che implicano un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine, difficile da garantire nel caso in cui tutti e sedici i vigili dovessero essere licenziati. Tesi respinte dal primo cittadino: «Io conosco solo i contenuti della finanziaria – ha dichiarato Gianni Moscherini, che improvvisamente sembra temere la Corte dei Conti – invito tutti a leggerla per avere un chiarimento di idee». Un problema difficilmente risolvibile in questi termini. Ma Vinaccia pare abbia pronta una soluzione alternativa, da portare oggi in giunta.

ULTIME NEWS