Pubblicato il

Zingaretti apre la concertazione con i comuni

Stamattina incontro a Palazzo Valentini tra il presidente della Provincia e 28 sindaci di prima fascia«L’idea è quella di prestare attenzione all’area intorno alla capitale, cresciuta negli ultimi 10 anni dal punto di vista demografico ma non qualitativo» Tra i presenti al tavolo: Ciogli, Canapini e Paliotta. Affrontato anche il tema della riforma della città metropolitana

Stamattina incontro a Palazzo Valentini tra il presidente della Provincia e 28 sindaci di prima fascia«L’idea è quella di prestare attenzione all’area intorno alla capitale, cresciuta negli ultimi 10 anni dal punto di vista demografico ma non qualitativo» Tra i presenti al tavolo: Ciogli, Canapini e Paliotta. Affrontato anche il tema della riforma della città metropolitana

INCONTROMobilità, infrastrutture, traffico, investimenti sulla raccolta differenziata, impiego dei fondi regionali. Questi i temi principali affrontati nel corso dell’incontro tra il presidente della Provincia e 28 sindaci dei comuni di prima fascia. All’incontro, organizzato a Palazzo Valentini, hanno preso parte, in rappresentanza del Comune di Roma il vicesindaco, Mauro Cutrufo, e l’assessore alla Mobilità, Sergio Marchi. Tra gli altri, c’erano anche il sindaco di Ladispoli, Crescenzo Paliotta, il primo cittadino di Cerveteri, Gino Ciogli e il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini. Per Nicola Zingaretti si è trattato di un incontro molto importante e proficuo. «un’occasione utile e interessante», ha commentato. «L’idea – ha spiegato il presidente della Provincia – è quella di prestare attenzione all’area intorno alla capitale, che è cresciuta significativamente negli ultimi 10 anni dal punto di vista demografico – ha aggiunto Zingaretti – Ma sono cresciuti anche i problemi, perchè insieme alla residenzialità non si è esportata la qualità della vita. Il tavolo aperto dà quindi inizio ad un lavoro positivo di concertazione». Il presidente della Provincia ha poi aggiunto che «non era all’ordine del giorno la riforma della città metropolitana che è un aspetto istituzionale». «Ma – ha spiegato Zingaretti – guardiamo con favore a qualsiasi riforma che unisce due elementi: la costruzione di un più forte ente di area vasta che, a mio giudizio, deve essere la città metropolitana che comprende tutta l’attuale provincia; e, inoltre, su questo siamo aperti a un confronto per una competenza che non è compito nostro ma del Parlamento della Repubblica perchè stiamo parlando di una riforma costituzionale». «Nel frattempo, aspettando che la riforma divenga realtà, vogliamo, con gli strumenti che abbiamo – ha puntualizzato Zingaretti – fare tutto quello che si può, per aiutare questi comuni a vivere meglio, farli sviluppare e crescere. Questo è il senso della riunione».

ULTIME NEWS