Pubblicato il

A Cerveteri strade come una groviera

Continuano i disagi per gli abitanti di Cerenova alle prese anche con illuminazione carente e una pessima viabilità I residenti lanciano l’aut aut all’amministrazione comunale

Continuano i disagi per gli abitanti di Cerenova alle prese anche con illuminazione carente e una pessima viabilità I residenti lanciano l’aut aut all’amministrazione comunale

di STEFANIA VIGNAROLI

CERVETERI – Strade come una groviera: i residenti dicono basta.
Continuano i disagi per gli abitanti di Cerenova che stanchi dell’inerzia dell’amministrazione comunale chiedono interventi immediati per la sistemazione del manto stradale. Strade sconnesse, buche grandi come crateri, e radici sporgenti di alberi hanno completamente sovrastato l’asfalto.
Camminare a piedi per Largo Heba diventa un’ardua impresa per gli abitanti della frazione balneare, per non parlare della difficoltà che incontrano mamme con passeggini o persone disabili.
Disagi che mandano su tutte le furie gli abitanti anche perché «perseverano nel tempo con il susseguirsi dei diversi colori ai vertici comunali».
Le vie maggiormente compromesse sono via Alsium e via Volsci, dove le automobili sono costrette e fare lo slalom tra le buche.
I continui black aut degli ultimi giorni hanno ulteriormente aggravato la situazione, lo slalom al calar del sole avviene al buio per la mancata illuminazione stradale. I disagi inoltre non finiscono qui. Gli abitanti della frazione etrusca lamentano infatti anche i repentini cambi della segnaletica verticale. Via Castel Giuliano, sede della scuola elementare, vede nuovamente invertito il senso di marcia, poco gradito alla gente. «I bambini scesi dall’autobus – lamentano alcuni – sono costretti ad attraversare la strada, con il pericolo delle macchine che sopraggiungono. Servirebbe un piano del traffico più adatto alle esigenze dei cittadini».

ULTIME NEWS